Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Black Cobra - Chronomega (Southern Lord)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

Black Cobra - Chronomega
Autore: Black Cobra
Titolo: Chronomega
Etichetta: Southern Lord
Anno: 2009
Produzione: Billy Anderson
Genere: metal / sludge / rock

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Black Cobra sono un duo formatosi nel 2002 e composto da Rafa Martinez (Acid King) e Jason Landrian (Cavity), personaggi che negli anni hanno contribuito a definire la storia del doom e dello sludge, ovvero la parte più estrema e viscerale dello stoner. Chronomega è il loro terzo album e il primo per Southern Lord dopo i precedenti con l'ottima At A Loss (Stinking Lizaveta, Cream Abdul Babar, Swarm Of the Lotus, Damad, 16, Meatjack).

Batteria implacabile, riff serrati e voce slabbrata sono gli ingredienti di una band che non conosce mezze misure: partono già dal primo secondo con il loro assalto furioso e per quaranta minuti non si concedono soste. Chronomega è un disco monolitico, privo di velleità artistoidi e di qualsiasi approccio ragionato: i due suonano a volume esagerato e pestano, nulla di più. Ma è un bel sentire. Almeno se siete cresciuti a pane e Melvins, Eyehategod, Big Business (ma i BC sono meglio, ma di parecchie misure), High On Fire e Motorhead.

Sicuramente è una band che dal vivo darà il meglio di sè, ma la produzione secca di Billy Anderson riesce a ricreare quel senso di caos tribale che trascina l'ascoltatore in furiosi headbanging ma con i piedi ben sepolti nella palude più nera.

Se per voi i Torche sono troppo "pop" ma adorate quell'attitudine "plug & play" i Black Cobra fanno per voi.

[Dale P.]

Canzoni significative: Chronosphere, Lightning In His Hand.

Questa recensione é stata letta 4146 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

15/04/2012TilburgRoadburn 2012 Afterburner

NEWS


07/09/2011 Nuovo Brano Online

tAXI dRIVER consiglia

Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Ufomammut - Opus AlterUfomammut
Opus Alter
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I
Somnuri - Nefarous WaveSomnuri
Nefarous Wave
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing
Torche - AdmissionTorche
Admission