Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Carnivore - Body Count (Century Media)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Body Count - Carnivore
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Century Media
Anno: 2020
Produzione: Will Putney
Genere: metal / nu-metal / rap
Scheda autore: Body Count



Nel 1990 il rapper Ice-T e il chitarrista Ernie Cunnigan formarono i Body Count, una delle band di crossover metal/hiphop più potenti del periodo: coniugando con grande efficacia riff heavy metal e un linguaggio da strada si fecero notare grazie a brani di denuncia piuttosto espliciti. "Cop Killer" fu addirittura bannata e divenne un tormentone immancabile nei concerti della band. La loro carriera durò il tempo di due album: l'omonimo del 1992 e "Born Dead" del 1994, lasciando spazio al nascente nu-metal, di cui i Body Count sono indiscutibilmente tra i padri fondatori, e all'hardcore rap. La recente reunion è stata inizialmente accolta con sorrisi e diffidenza ma ha via via conquistato vecchi e nuovi ascoltatori con dischi sempre più a fuoco. "Carnivore" è un centro pieno: canzoni ispirate, grintose e orecchiabili. Gli ospiti sono moderati il giusto (Jamey Jasta, Amy Lee e Riley Gale) e funzionali alla canzone, il riffing bello spesso, non commerciale nè grossolano.

Probabilmente pochi oggi sono disposti ad ammettere di aver amato il crossover/numetal ma "Carnivore" potrebbe aiutare a far pace con il genere.

[Dale P.]

Canzoni significative: No Remorse, Bum-Rush, When I'm Gone.


Questa recensione é stata letta 224 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Papa Roach - InfestPapa Roach
Infest
Marigold - DivisionalMarigold
Divisional
Guilty Method - TouchGuilty Method
Touch
Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Sikth - The Trees Are Dead & Dried Out Wait For SomethingSikth
The Trees Are Dead & Dried Out Wait For Something
Deftones - DeftonesDeftones
Deftones
S.N.P. - ScarfaceS.N.P.
Scarface
Mad Capsule Markets - 1997 - 2004Mad Capsule Markets
1997 - 2004
System Of A Down - ToxicitySystem Of A Down
Toxicity