Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Body Count - Carnivore (Century Media)

Ultime recensioni

Stew - TasteStew
Taste
Fu Manchu - A Look Back Dogtown & Z-BoysFu Manchu
A Look Back Dogtown & Z-Boys
AA.VV. - Ô - A Tribute To Ô PaonAA.VV.
Ô - A Tribute To Ô Paon
Endless Boogie - AdmonitionsEndless Boogie
Admonitions
Cerce - Cowboy MusicCerce
Cowboy Music
Sugar Horse - The Live Long AfterSugar Horse
The Live Long After
Bad Waitress - No TasteBad Waitress
No Taste
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Nolan Potter - Music Is DeadNolan Potter
Music Is Dead
Illuminati Hotties - Let Me Do One More TimeIlluminati Hotties
Let Me Do One More Time
A.A. Williams - Arco EPA.A. Williams
Arco EP
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid
King Buffalo - AcheronKing Buffalo
Acheron
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Moin - Moot!Moin
Moot!
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Kaatayra - InpariquipêKaatayra
Inpariquipê
Indigo Raven - Looking for TranscendenceIndigo Raven
Looking for Transcendence
Elder - & Kadavar - EldovarElder
& Kadavar - Eldovar
Pan Daijing - JadePan Daijing
Jade

Body Count - Carnivore
Autore: Body Count
Titolo: Carnivore
Etichetta: Century Media
Anno: 2020
Produzione: Will Putney
Genere: metal / nu-metal / rap

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Nel 1990 il rapper Ice-T e il chitarrista Ernie Cunnigan formarono i Body Count, una delle band di crossover metal/hiphop più potenti del periodo: coniugando con grande efficacia riff heavy metal e un linguaggio da strada si fecero notare grazie a brani di denuncia piuttosto espliciti. "Cop Killer" fu addirittura bannata e divenne un tormentone immancabile nei concerti della band. La loro carriera durò il tempo di due album: l'omonimo del 1992 e "Born Dead" del 1994, lasciando spazio al nascente nu-metal, di cui i Body Count sono indiscutibilmente tra i padri fondatori, e all'hardcore rap. La recente reunion è stata inizialmente accolta con sorrisi e diffidenza ma ha via via conquistato vecchi e nuovi ascoltatori con dischi sempre più a fuoco. "Carnivore" è un centro pieno: canzoni ispirate, grintose e orecchiabili. Gli ospiti sono moderati il giusto (Jamey Jasta, Amy Lee e Riley Gale) e funzionali alla canzone, il riffing bello spesso, non commerciale nè grossolano.

Probabilmente pochi oggi sono disposti ad ammettere di aver amato il crossover/numetal ma "Carnivore" potrebbe aiutare a far pace con il genere.

[Dale P.]

Canzoni significative: No Remorse, Bum-Rush, When I'm Gone.


Questa recensione é stata letta 631 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Incubus - Make YourselfIncubus
Make Yourself
Korn - Life Is PeachyKorn
Life Is Peachy
Disturbed - BelieveDisturbed
Believe
Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Ninefold - MotelNinefold
Motel
Otep - Sevas TraOtep
Sevas Tra
Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar
Reflections - Free ViolenceReflections
Free Violence
Disturbed - The SicknessDisturbed
The Sickness