Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Body Count - Carnivore (Century Media)

Ultime recensioni

Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention

Body Count - Carnivore
Autore: Body Count
Titolo: Carnivore
Etichetta: Century Media
Anno: 2020
Produzione: Will Putney
Genere: metal / nu-metal / rap

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Nel 1990 il rapper Ice-T e il chitarrista Ernie Cunnigan formarono i Body Count, una delle band di crossover metal/hiphop più potenti del periodo: coniugando con grande efficacia riff heavy metal e un linguaggio da strada si fecero notare grazie a brani di denuncia piuttosto espliciti. "Cop Killer" fu addirittura bannata e divenne un tormentone immancabile nei concerti della band. La loro carriera durò il tempo di due album: l'omonimo del 1992 e "Born Dead" del 1994, lasciando spazio al nascente nu-metal, di cui i Body Count sono indiscutibilmente tra i padri fondatori, e all'hardcore rap. La recente reunion è stata inizialmente accolta con sorrisi e diffidenza ma ha via via conquistato vecchi e nuovi ascoltatori con dischi sempre più a fuoco. "Carnivore" è un centro pieno: canzoni ispirate, grintose e orecchiabili. Gli ospiti sono moderati il giusto (Jamey Jasta, Amy Lee e Riley Gale) e funzionali alla canzone, il riffing bello spesso, non commerciale nè grossolano.

Probabilmente pochi oggi sono disposti ad ammettere di aver amato il crossover/numetal ma "Carnivore" potrebbe aiutare a far pace con il genere.

[Dale P.]

Canzoni significative: No Remorse, Bum-Rush, When I'm Gone.


Questa recensione é stata letta 720 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Mad Capsule Markets - Osc DisMad Capsule Markets
Osc Dis
 None Of Us
Twice Again
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Amen - WeAmen
We've Come For Your Parents
 Madhouse
Pig!
Thisgust - ThisgustThisgust
Thisgust
Sikth - The Trees Are Dead & Dried Out Wait For SomethingSikth
The Trees Are Dead & Dried Out Wait For Something
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Mudvayne - L.D.50Mudvayne
L.D.50
Egg - EggEgg
Egg