Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Rockford - Cheap Trick (SPV)

Ultime recensioni

Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code

Cheap Trick - Rockford
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: SPV
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / hard / powerpop



Solo i Cheap Trick potrebbero mettere assieme Linda Perry, famosa per le sue collaborazioni con Christina Aguilera, Gwen Stefani, Pink e Courtney Love, e il guru dell'underground Steve Albini.

Non pensate subito male. Innanzitutto il disco è Cheap Trick al 100%. Linda ha scritto il primo singolo "Perfect Stranger"; Steve, invece, si defila come semplice aiutante nelle registrazioni (ma registrò anche il comeback del 1997).

Ma chi sono i Cheap Trick? Semplicemente la band che ogni americano ama. Come Kiss, Aerosmith, ZZ Top fanno parte della tradizione hard rock a stelle e strisce. Citati come band preferita da più o meno tutti (due a caso: Billy Corgan, Kurt Cobain), i quattro dell'Illinois (per la precisione Rockford, a cui dedicano il titolo dell'album) hanno attraversato decenni e mode, rimanendo sempre se stessi e continuando a pubblicare materiale di buona qualità.

Rockford è composto da 12 gioiellini rock/pop radiofonici, cantabili e carichi di energià benchè suonati da dei vecchietti. Debitori dell'hard rock come del pop beatlesiano le canzoni si lasciano ascoltare con piacere, allietandoci per tutti i 40 minuti di durata del disco.

Poi non ci rimarrà che premere per l'ennesima volta il tasto play. Per una volta non chiedendo ad un disco di cambiare il mondo!

[Dale P.]

Canzoni significative: This Time You Got It, If It Takes A Lifetime.


Questa recensione é stata letta 2335 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Ojm - Under The ThunderOjm
Under The Thunder
Small Jackets - Play At High LevelSmall Jackets
Play At High Level
Gluecifer - Basement ApesGluecifer
Basement Apes
Hellacopters - High VisibilityHellacopters
High Visibility
Graveyard - Hisingen BluesGraveyard
Hisingen Blues
Blue Cheer - Vincebus EruptumBlue Cheer
Vincebus Eruptum
Who, The - WhoWho, The
Who's Next
Blood Ceremony - Living With The AncientsBlood Ceremony
Living With The Ancients