Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

1000 Years - Corin Tucker Band (Kill Rock Stars)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Corin Tucker Band - 1000 Years
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2010
Produzione:
Genere: rock / alternative / pop
Scheda autore: Corin Tucker Band

MP3: Doubt


LEI e' Corin Tucker. Se la conoscete la amate e questa recensione non serve a niente. Se non la conoscete smettete di trastullarvi con band di ragazzine che manco sanno cos'era il CBGB. LEI ha fatto la storia. Compratevi la discografia delle Sleater Kinney e ricomincate a leggere la recensione. Che, appunto, non serve a niente.

Ora e' diventata mamma e si e' messa a suonare con Sara Lund degli Unwound e Seth Lorinczi dei Golden Bear. Chitarra pseudoacustica, tanto soul, poco rock ma un pugno di ottime canzoni.

Ci si emoziona solo a sentirla aprire bocca, ci si emoziona tanto quando parte in alto a ricordarci che Dig Me Out e' ormai lontano ma prima o poi tornera' a risuonarlo dal vivo. Doubt, per questo, e' un tuffo al cuore insostenibile. Quelle sono le Sleater Kinney!

La ragazza non strilla quasi piu' ma emoziona con bellissime ballate, simili a ninnananne, simili a degli Who senza elettricita', cantante da chi mastica soul a colazione.

L'ideale sarebbe essere il figlio di Corin, per farci cantare quelle ninnananne. Ma soprattutto per farla arrabbiare e farle uscire quella voce. E scommetto che troverebbe pure persone disposte a comprargli le registrazioni delle sgridate a tutto volume.

Corin ha vinto. Ma senza le Sleater Kinney e' piu' un feticcio per maniaci all'ultimo stadio che non aspettano nient'altro che quella reunion. E il sottoscritto conosce a memoria pure il disco delle Cadallaca (condiviso con Sarah Dougher). Ecco perche' questa recensione non serve a niente...

[Dale P.]

Canzoni significative: It's Always Summer, Doubt

Questa recensione Ú stata letta 2198 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


06/08/2010 Brano In Anteprima

tAXI dRIVER consiglia

Rollins Band - Get Some Go AgainRollins Band
Get Some Go Again
AA.VV. - Mescal.itAA.VV.
Mescal.it
 Deadburger
S.t.0.r.1.e.
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Mark Lanegan - BubblegumMark Lanegan
Bubblegum
Nine Inch Nails - With TeethNine Inch Nails
With Teeth
Waax - Big GriefWaax
Big Grief
Strokes, The - Is This ItStrokes, The
Is This It
Dredg - Catch Without ArmsDredg
Catch Without Arms