´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

The Bobby Lees - Bellevue (Ipecac)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

The Bobby Lees - Bellevue
Autore: The Bobby Lees
Titolo: Bellevue
Etichetta: Ipecac
Anno: 2022
Produzione: Vance Powel
Genere: rock / alternative / garage

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Bellevue





Fin dalla sua nascita ogni band che entra nel roster dell'etichetta Ipecac attira la mia curiositÓ. Prima della loro firma non conoscevo The Bobby Lees che pensavo fossero degli esordienti assoluti. Andandomi ad informare trovai due dischi: "Beauty Pageant" del 2018 e "Skin Suit" del 2020, prodotto da Jon Spencer. Fortunatamente li ho incrociati quest'estate al Punk Rock Raduno e la loro esibizione Ŕ stata senza dubbio la migliore dell'intera manifestazione: hanno la potenza, il carisma e la tecnica per attirare attenzione su di sŔ dopo ogni concerto e infatti dopo 10 minuti il banchetto si Ŕ svuotato di ogni cosa. Ero quindi curioso di ascoltare il nuovo disco perchŔ quelli precedenti non mostravano neanche un decimo della potenza sprigionata dal vivo a causa di brani non ancora all'altezza e ad una produzione troppo scarna.

"Bellevue" Ŕ stato anticipato dal singolo "Hollywood Junkyard", brano che dalla sua uscita avr˛ ascoltato decine di volte senza stancarmi e che mostra un sound decisamente frastornante. E, infatti, l'album Ŕ esattamente quello che speravo fosse: una bomba di rock alternative suonato con adrenalina che sprizza da tutti i pori. La bassista Ŕ una furia che non ha paura di fare giri di basso in grado di spettinare gli ascoltatori (usanza persa nel 2002 circa), la batteria di conseguenza Ŕ bella carica. GiÓ cosý saremmo giÓ a posto. La chitarra Ŕ libera di spaziare con riffoni hard blues noise e senza dover per forza fare qualcosa tutto il tempo: le care vecchie dinamiche (usanza persa nel 2002 circa)!

Ho tenuto per ultimo la voce. Tenete conto che se The Bobby Lees hanno firmato per Ipecac Ŕ perchŔ Henry Rollins ha detto a Mike Patton di metterli sotto contratto. E secondo me appena ha visto e sentito Sam Quartin ha capito di trovarsi davanti ad una performer rara. Teatrale ma allo stesso tempo sanguigna e sincera: fa uscire la voce dalle proprie viscere con urgenza, urla come fossimo ancora negli anni del grunge e dei cantanti che si arrampicano ovunque.

I riferimenti musicali sono piuttosto variopinti ma non saprei dire una band a cui assomigliano ma direi che sono un bel frullatore di influenze banalmente rock alternative che potrebbero piacere sia ai fan dei White Stripes, dei Pixies che della Rollins Band. Peccato che negli ultimi i fan dell'alternative rock siano un po' distratti... chissÓ che l'energia dei Bobby Lees non li rimetta in riga!

[Dale P.]

Canzoni significative: Monkey Mind, Hollywood Junkyard, Ma Likes To Drink.


Questa recensione Ú stata letta 445 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

17/07/2022BergamoPunk Rock Raduno

tAXI dRIVER consiglia

Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Estra - A Conficcarsi in Carne DEstra
A Conficcarsi in Carne D'Amore
Black Eyes Snakes, The - Rise Up!Black Eyes Snakes, The
Rise Up!
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Rollins Band - Get Some Go AgainRollins Band
Get Some Go Again
Melvins - TrilogyMelvins
Trilogy
Helmet - MeantimeHelmet
Meantime
Yeah Yeah Yeahs - Fever To TellYeah Yeah Yeahs
Fever To Tell
Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes
Tre Allegri Ragazzi Morti - Le OriginiTre Allegri Ragazzi Morti
Le Origini