´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Creed - Weathered (Wind Up)

Ultime recensioni

Afsky - Om hundrede ňrAfsky
Om hundrede ňr
Acid King - Beyond VisionAcid King
Beyond Vision
Screaming Females - Desire PathwayScreaming Females
Desire Pathway
Oozing Wound - Cathers The CowardOozing Wound
Cathers The Coward
Returning - SeverenceReturning
Severence
Sandrider - EnveletrationSandrider
Enveletration
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Ciemra - The Tread Of DarknessCiemra
The Tread Of Darkness
Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade

Creed - Weathered
Autore: Creed
Titolo: Weathered
Etichetta: Wind Up
Anno: 2001
Produzione:
Genere: rock / grunge / post-grunge

Voto:



Ritorna uno dei gruppi pi¨ controversi degli ultimi anni. Chi li ha ascoltati solo di sfuggita li considera dei vergognosi cloni dei Pearl Jam. Chi ha superato i pregiudizi ha trovato un gruppo onesto, magari non originale, uno dei pochi di cui si possa ancora parlare di grunge senza scomodorare nessun altro genere. Il primo disco "My Own Prison" rimarrÓ un must per tutti coloro che sono affezionati alle sonoritÓ di Seattle. Il secondo "Human Clay" era fatto di eccessivi contrasti per essere amato fino in fondo. Ottime la ballate ma certi pezzi alla lunga risultavano quasi noiosi. Questo terzo disco non si discosta tanto dal precedente anche se risulta notevolmente pi¨ omogeneo. Ma la dipartita del bassista ha spostato troppo il baricentro sulle chitarre di Tremonti che sarÓ anche un ragazzo simpatico ma tecnicamente un po' troppo limitato per fare lo Stone Gossard della situazione. In questo caso Ŕ il cantante Scott Stapp a salvare la barca variando il solito registro e applicando delle variazioni notevoli al solito canto Vedder-addicted. Siamo purtroppo lontani dal brillante esordio ma i fan troveranno pane per i loro denti. Tanto il nuovo disco dei Pearl Jam Ŕ ancora parecchio lontano.

[Dale P.]

Canzoni significative: My Sacrifice, Bullets, Who's Got My Back?.

Questa recensione Ú stata letta 4525 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Godsmack - FacelessGodsmack
Faceless
AA.VV. - Hype! Surviving The Northwest Rock ExplosionAA.VV.
Hype! Surviving The Northwest Rock Explosion
Soundgarden - SuperunknownSoundgarden
Superunknown
Pearl Jam - VitalogyPearl Jam
Vitalogy
Nirvana - BleachNirvana
Bleach
Soundgarden - Louder Than LoveSoundgarden
Louder Than Love
Alice In Chains - DirtAlice In Chains
Dirt
Mudhoney - Piece Of CakeMudhoney
Piece Of Cake
Nirvana - NevermindNirvana
Nevermind
Neil Young - MirrorballNeil Young
Mirrorball