Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Deathbell - A Nocturnal Crossing (Svart)

Ultime recensioni

London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice

Deathbell - A Nocturnal Crossing
Autore: Deathbell
Titolo: A Nocturnal Crossing
Etichetta: Svart
Anno: 2022
Produzione: Bastien Commelongue
Genere: metal / doom / goth

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta A Nocturnal Crossing





E' un vero peccato che il secondo disco dei francesi Deathbell sia passato sotto silenzio o, addirittura, giudicato in modo approssimativo dalla stampa specializzata. Dimostra come avere una voce femminile e fare doom sia spesso un vantaggio ma ancora di più un grosso handicap che fa chiudere immediatamente gli stereo degli avventori.

A dare in parte ragione a chi ha preferito passare oltre diciamo che il videoclip che anticipava il disco era orrendo e pacchiano. Ma alla mia età ne ho visti tanti di video totalmente sbagliati che non mi sono fatto abbattere. Ho salvato la band nelle playlist e le ho dato una possibilità. Poi due, poi tre. Insomma sono due o tre mesi che lo ascolto con grande piacere.

L'abum ha molto da dire, soprattutto se volete essere cullati da melodie malinconiche e riff heavy lenti. Esagerando un pochino pare di ascoltare un mix fra Windhand e Draconian con in più una forte componente post-rock introspettiva. Ma, oggettivamente, gli ingredienti non sono niente di speciale: a vincere è la bellezza delle composizioni che una volta che vi saranno entrate dentro sarà difficile dimenticarsele. Anzi, vorrete ascoltarle e riascoltarle. Se sono tre mesi che lo ascolto un motivo ci sarà. E non credo smetterò dopo aver scritto questa recensione.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Ladder, The Stronghold And The Archer.


Questa recensione é stata letta 85 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
MSW - ObliviosusMSW
Obliviosus
Messa - CloseMessa
Close
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Thronehammer - Incantation RitesThronehammer
Incantation Rites
Salome - TerminalSalome
Terminal