´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Dvne - Etemen Ănka (Metal Blade)

Ultime recensioni

Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut

Dvne - Etemen Ănka
Autore: Dvne
Titolo: Etemen Ănka
Etichetta: Metal Blade
Anno: 2021
Produzione: Graeme Young
Genere: metal / progressive / sludge

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Etemen Ănka





Post metal e progressive metal sono due generi piuttosto affini, per lo meno condividono parte dello stesso pubblico. La differenza Ŕ basata dalla quantitÓ di sludge contenuta nel disco. I Mastodon, per esempio, sono un ottimo punto di incontro fra le due sonoritÓ, sebbene ultimamente siano pi¨ sbilanciati verso un alternative metal e lo sludge sia giusto una spruzzatina per aromatizzare.

Gli scozzesi Dvne dosano molto bene gli ingredienti a loro disposizione e creano un ottimo mix delle sonoritÓ citate. I riff corposi e lenti del post metal fungono da base di partenza per architetture bizzarre (ma non troppo) e sviluppi imaginifici tipici di certo metal tooliano. Isis, Baroness, Cult Of Luna, Tool, Mastodon, sono i nomi tutelari, muovendosi in un percorso "alternativo" che ricorda quello degli italiani Nero Di Marte, Void Of Sleep, Sunpocrisy.

"Etemen Ănka" Ŕ il loro secondo disco e il primo per la Metal Blade. La differenza Ŕ nell'aggiunta di synth e tastiere, una sporadica voce femminile, una migliore produzione e un ventaglio di idee pi¨ ampio. Se amate il progressive post metal sludge non perdetelo. A tutti gli altri provocherÓ l'orticaria.

[Dale P.]

Canzoni significative: Court Of The Matriarch, Omega Severer.

Questa recensione Ú stata letta 282 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Into The Moat - The DesignInto The Moat
The Design
Meshuggah - ChaosphereMeshuggah
Chaosphere
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Opeth - HeritageOpeth
Heritage
Circle Of Sighs - NarciCircle Of Sighs
Narci
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Fredrik ThordendalFredrik Thordendal's Special Defects
Sol Niger Within
Sadist - Above The LightSadist
Above The Light
Dysrhythmia - Barriers And PassagesDysrhythmia
Barriers And Passages