Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Blessed Black Wings - High On Fire (Relapse)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

High On Fire - Blessed Black Wings
Voto:
Etichetta: Relapse
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / sludge / stoner
Scheda autore: High On Fire

MP3: Devilution
The Face Of Oblivion

Compra High On Fire su Taxi Driver Store


La carriera decennale di Matt Pike prosegue ai margini del music business con creature mostruose e impresentabili. Dopo il tributo alla musica lenta ed ipnotica dei Black Sabbath con gli Sleep è il turno dei Motorhead, dei Venom e degli Slayer:simboli di musica veloce, rumorosa, violenta e nichilista.

"Blessed Black Wings" vede la presenza di Joe Preston (Melvins) al basso e al banco di regia Steve Albini (al posto di Billy Anderson) e la differenza la si percepisce fin da subito.

La band è in forma e gira a mille e assale l'ascoltatore dalla prima nota. Il pregio della band (la violenza senza sosta) è però anche il suo più grande difetto: dalla prima all'ultima nota la band non dà segni di cedimenti risultando sia devastante che noiosa a causa della mancanza di dinamicità.

Noi valutiamo il disco in base anche alla proposta fieramente indipendente e senza compromessi ma, onestamente, il valore musicale rimane sostanzialmente mediocre. Un prodotto adatto, quindi, solo ai fan di Matt Pike; tutti gli altri si accontenteranno dei dischi dei Venom.

[Dale P.]

Canzoni significative: Sons Of Thunder.

Questa recensione é stata letta 4868 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine

NEWS


17/08/2012 Video di Fertile Green
26/03/2012 Streaming Del Nuovo Album
29/02/2012 Nuovo Brano Online
23/02/2012 Copertina e Tracklist del Nuovo Album
06/12/2010 In Tour Con I Melvins
22/09/2010 In Italia con i Fear Factory
01/08/2009 Entrano In Studio

tAXI dRIVER consiglia

Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Overmars - Affliction, Endocrine...VertigoOvermars
Affliction, Endocrine...Vertigo
Floor - DoveFloor
Dove
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity
Torche - AdmissionTorche
Admission
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing