Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Make Yourself - Incubus (Immortal)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Incubus - Make Yourself
Voto:
Anno: 1999
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / crossover
Scheda autore: Incubus



Dopo S.C.I.E.N.C.E. innegabile che gli Incubus abbiamo detto tutto quello che dovevano dire. Aspettavamo quindi al varco la band di Brandon Boyd (nel frattempo diventato sex symbol) per capire quali mosse avesse preparato. Il post-science risult questo Make Yourself, lavoro ovviamente inferiore al precedente ma, per certi versi, assolutamente complementare. E' come se fosse un'altra band. Quanto irruente e devastante quella di "Science", quanto posata e orientata alla melodia questa di "Make Yourself". Ma, capiamoci subito, non certamente un lavoro inferiore, manca solo l'irruenza e il senso di vertigine che dell'esordio. Questo "Make Yourself" risulta quindi un album splendido trascinato da "canzoni" pi che da un vortice di suono. Se si ascolta "Science" in macchina si rischia di morire dopo 30 secondi mentre con "Make Yourself" si passa il viaggio cantando come degli ossessi. Il punto forte di questo album (oltre alla solita incredibile sezione ritmica) sono le linee vocali di Brandon Boyd: ricercate e incisive ma sempre cantabilissime. Lo segue quindi tutta la band, che qui , ovviamente, pi contenuta e meno schizzata. Ne guadagna la forma canzone ma si perde l'eccitazione dell'esordio. Rimane, comunque, un album fantastico consigliabile soprattutto a coloro che vogliono delle belle canzoni. Per capire se fa per voi ascoltatevi "The Warmth", "Consequence", le ballate "Drive" e "I Miss You" o la nirvaniana "Make Yourself".

[Dale P.]

Canzoni significative: The Warmth, Consequence.

Questa recensione stata letta 5174 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Incubus - A Crow Left Of The MurderIncubus
A Crow Left Of The Murder
Incubus - Enjoy Incubus EPIncubus
Enjoy Incubus EP
Incubus - Light GrenadesIncubus
Light Grenades
Incubus - Morning ViewIncubus
Morning View
Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.

NEWS


24/11/2006 Data Unica In Italia

tAXI dRIVER consiglia

Rex Devon / Family Pusher - Loudblast Split Vol5Rex Devon / Family Pusher
Loudblast Split Vol5
Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar
Deftones - AdrenalineDeftones
Adrenaline
Papa Roach - InfestPapa Roach
Infest
Puya - UnionPuya
Union
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Otep - Sevas TraOtep
Sevas Tra
System Of A Down - Steal This Album!System Of A Down
Steal This Album!
Amen - WeAmen
We've Come For Your Parents
Mudvayne - L.D.50Mudvayne
L.D.50