Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Ison - Aurora (Avantgarde)

Ultime recensioni

Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture

Ison - Aurora
Autore: Ison
Titolo: Aurora
Anno: 2021
Produzione: Daniel Änghede
Genere: rock / post-rock / doom

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Aurora





Daniel Änghede è un polistrumentista che ha lavorato con Astroqueen (splendido gruppo stoner di inizio millennio), Hearts Of Black Science, Crippled Black Phoenix ed è presente nella recente line up dei doom-gothic Draconian. Gli Ison sono attualmente la sua creatura solista, dopo l'abbandono della cantante Heike Langhans (anche lei nei Draconian). Insieme registrarono "Cosmic Drone", "Andromeda Skyline" e "Inner - Space" album di culto per pochissimi.

In "Aurora" Daniel non fa tutto da solo ma si fa aiutare da numerosi ospiti. Innanzi tutto ogni brano ha una cantante diversa, sempre di estrazione dark gothic: Sylvaine, Cammie Gilbert (Oceans Of Slumber), Tara Vanflower (Lycia), Vila, Carline Van Roos (Lethian Dreams), gogo Melone (Aeonian Sorrow). Poi al basso troviamo Niklas Sandin dei Katatonia e ai synth Mark Furnevall dei Cripple Black Phoenix. Insomma, se l'è cavata.

"Aurora" è riassumibile nel bellissimo termine "Doom-gaze", ovvero un doom con fortissimi elementi post-rock e dream-pop tanto da cancellare del tutto ogni velleità metal (per dire alcuni dischi dei Mogwai sono molto più heavy di questo). L'album è un flusso che rimane sospeso, come se fluttuasse nell'aria gelida della Svezia. Non è drammaticamente malinconico come potrebbe sembrare ad un primo approccio ma certamente non è un disco allegro e spensierato. "Aurora" è un lavoro dal fascino invernale e notturno, ha il grande pregio di trascinare la mente in luoghi lontani. O di accompagnare l'ascoltatore in sogni glaciali.

[Dale P.]

Canzoni significative: Meridian, Jupiter.

Questa recensione é stata letta 577 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

18/11/2004TorinoSupermarket

tAXI dRIVER consiglia

65 Days Of Static - One Time For All Time65 Days Of Static
One Time For All Time
Yuppie Flu - Days Before The DayYuppie Flu
Days Before The Day
Godspeed You Black Emperor - G_dGodspeed You Black Emperor
G_d's Pee AT STATE'S END!
Moin - Moot!Moin
Moot!
Grails - Deep PoliticsGrails
Deep Politics
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Brutus - NestBrutus
Nest
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA
Grails - Black Tar Prophecies VolGrails
Black Tar Prophecies Vol's 1,2, & 3
90 Day Men - To Everybody90 Day Men
To Everybody