Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

There To Here - Joe Lally (Dischord)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

Joe Lally - There To Here
Voto:
Etichetta: Dischord
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / rock / pop



Quando ti chiami Joe Lally non puoi che vivere all'interno di un'ombra molto più grande di te. Un'ombra che si chiama Fugazi, ma anche Ian MacKaye e Guy Picciotto. Se tra le persone comuni questa situazione porterebbe risentimento e voglia di rivalsa, al quieto Joe, al contrario, manca. Come una coperta di Linus.

Perchè tra un Ian sempre più a suo agio negli Evens, tanto da aver quasi dimenticato i Fugazi, un Guy Picciotto sempre più nei panni di producer, del basso di Joe importa veramente a pochi. Peccato che abbia contribuito anche lui a rendere leggenda il nome Fugazi grazie ai suoi fantasiosi giri (basterebbe solo "Waiting Room" per consegnarlo alla storia).

A Joe mancano i Fugazi e questo "There To Here" non fa niente per nasconderlo. Basso in primo piano che continua a girare nel solito modo riempito da una voce timida, che sembra quasi fare il coro ad una melodia cantata da qualcun'altro che non c'è.

Viene malinconia ad ascoltare questo disco. Soprattutto rapportato al lavoro degli Evens, urgente e urticante. Qua dentro c'è solo il pianto e il ricordo di qualcuno che non c'è più. Ci immaginiamo Joe che accende l'ampli, imbraccia lo strumento e inizia a suonare quelle canzoni, chiudendo gli occhi. Immaginando che il tempo si sia fermato si ritrova con i compagni della band portando nuove idee. Registra, prende appunti. Poi, purtroppo, riapre gli occhi. Ed è solo.

In "Sons And Daughters" si ritrova a cantare come potrebbe farlo Ian. Come un ritornello da far ascoltare ai compagni.

Questo disco è un diario. E come i diari è portatore di malinconia. Se cercate musica siete nel posto sbagliato. Se cercate qualcosa di più allora "There To Here" non vi tradirà.

Joe ha perso e per questo ci viene voglia di abbracciarlo e volergli bene...

[Dale P.]

Canzoni significative: The Resigned, Billiards.


Questa recensione é stata letta 2764 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

AA.VV. - March(e)ingegno SonoroAA.VV.
March(e)ingegno Sonoro
Joe Leaman - Truly Got FishinJoe Leaman
Truly Got Fishin'
Blonde Redhead - Misery Is A ButterflyBlonde Redhead
Misery Is A Butterfly
Evens, The - The EvensEvens, The
The Evens
Offlaga Disco Pax - BacheliteOfflaga Disco Pax
Bachelite
Eels - SouljackerEels
Souljacker
 Sux!
Lucido
Squirrel Bait - Skag HeavenSquirrel Bait
Skag Heaven
Milaus - Rock Da CityMilaus
Rock Da City
The Murder Capital - When I Have FearsThe Murder Capital
When I Have Fears