Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Kaatayra - Inpariquipê (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
Bríi - Corpos TransparentesBríi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Misþyrming - Með HamriMisþyrming
Með Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage

Kaatayra - Inpariquipê
Autore: Kaatayra
Titolo: Inpariquipê
Anno: 2021
Produzione: Caio Lemos
Genere: metal / black metal / folk

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Inpariquipê





Caio Lemos è un ragazzo brasiliano titolare delle sigle Bríi, Vauruvã e Kaatayra. Tre progetti che partono dal black metal ma che raggiungono lidi tutti loro. Kaatayra è il più "folk" dei tre: la prevalenza di strumenti acustici e percussivi potrebbero portarvi a pensare che qui dentro ci sia poco metal; in realtà la potenza è ben espressa da atmosfere plumbee e minacciose, ritmi suonati a rotta di collo e una rarissima voce catacombale. E' anche vero che nella maggior parte del disco c'è un senso di tribalità rilassata, come se il black metal fosse solo parte di un viaggio introspettivo a cui l'ascoltatore deve abbandonarsi senza fare troppe domande.

"Inpariquipê" è un disco strano come ormai ci ha abituato Caio, testimoniante un Brasile underground decisamente ispirato ben rappresentato da lui, Rakta e Deafkids.

[Dale P.]

Canzoni significative: Inpariquipê, Ãráiãsaiê.


Questa recensione é stata letta 200 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Violet Cold - Empire Of LoveViolet Cold
Empire Of Love
Wiegedood - ThereWiegedood
There's Always Blood At The End Of The Road
Shining - Black JazzShining
Black Jazz
Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal
Zeal & Ardor - Zeal & ArdorZeal & Ardor
Zeal & Ardor
Misþyrming - Með HamriMisþyrming
Með Hamri
Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade