Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Kalas - Kalas (Tee Pee)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Kalas - Kalas
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Tee Pee
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / sludge / stoner



Coloro che abusano di cannabis hanno un solo difetto: perdono il filo e si distraggono in lungaggini. Questo è il difetto più grande dei Kalas, band formata da cannabinoidi mica da poco: il leader è Matt Pike colui che negli Sleep riuscì a spendere tutti i soldi dati dall'etichetta per registrare il disco in erba. Matt Pike lo ricordiamo anche negli High On Fire, in verità non troppo dispersivi (rispetto a "Jerusalem" degli Sleep: 60 minuti di un unico riff doom).

Dicevo? Ah sì, scusate. I Kalas sono il nuovo progetto ultra underground di Matt Pike. Ma tra le file scorgiamo anche Andy degli Econochrist, Grimple, Samiam e Eldopa (chitarra), Paul dei Medication Time e Cruevo (chitarra) e Scott dei Cruevo (batteria). Il bassista è il signor nessuno Brad. Tutta gente a modo e delicata, virtuosi dello strumento e maniaci del suono. Praticamente i ragazzi che tutte le mamme sognano di avere come figli....

Posso già immaginare la vita di questi outsider: il giorno che inizia nel tardo pomeriggio con la sveglia a colpi di Venom e mal di testa. Qualche medicina a caso, un bel chilum e i Motorhead per darti la carica. Pranzo casuale e via in saletta. Che non è altro che una baracca abbandonata piena di topi e sporcizia. Due note e un chilum. Due note e un altro chilum. Così fino allo stadio di stordimento definitivo che ti consente di scrivere un riff stupidissimo ma con quelle due note che suonano così fighe. Non ci credi neanche te e continui a suonarle. Per mezzora. A questo punto è giunto il momento di un po' di chitarroni pesanti. Un po' di stacchi che non capisci neanche come fai a beccarli. Un occhiata a guardare gli altri compagni cercando di capire in che stato sono. Tutti con gli occhi chiusi. Al chè ridi dentro di te, ti accorgi che in fondo è una bella vita questa, cosa vorresti di più? Ah già una ragazza, e qualche soldo per cambiare i coni delle casse che non ce la fanno più. Magari vendi un po' di fumo e questa chitarra che ti ritrovi da chissà chi. No, vabbè, la chitarra può sempre servire. E' il momento dell'assolo. Grande, ci stava troppo bene. Uhm, che stecca che hai tirato, gli altri non l'hanno sentita. Merda, il batterista sì!! Se ne accorge sempre! Finita. Caldo, sudore. Altra erba. E si ricomincia...

Kalas non possono essere criticati. Sono una band "umana". Suonano perchè è l'unica cosa che potrebbero fare. E il doom/sludge l'unico genere che conoscono talmente bene da poterlo suonare ad occhi chiusi. Anche nelle condizioni più pietose.

Black Sabbath, High On Fire, Entombed, Melvins, Down sono gli ingredienti di questo piatto. Senza nessuna pretesa, ma perfetto in un momento di sbrano chimico...

[Dale P.]

Canzoni significative: Frozen Suns, Voyager.


Questa recensione é stata letta 3045 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


30/10/2006 Sciolti

tAXI dRIVER consiglia

Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Unearthly Trance - The TridentUnearthly Trance
The Trident
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course