Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Frammenti Di Violenza Controllata - Kardia (Autoproduzione)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

Kardia - Frammenti Di Violenza Controllata
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Kardia



Vi dirò la verità. Dai Kardia mi aspettavo qualcosa di molto diverso. Un titolo come "Frammenti di violenza incontrollata" mi ispirava qualcosa di hardcore/metal. E, invece, mi ritrovo ad un gruppo clone dei primi Litfiba. Che almeno sono anche i migliori. Ma quanto sono fuori moda i vecchi Litfiba?? Un genere come la new wave è invecchiata male e, sinceramente, nessuno ne sente la mancanza. Gusti personali a parte, cerco di giudicare la band per il suo insieme. E non mi convincono del tutto. Canzoni troppo lunghe che si svolgono senza nessun clamore annoiano l'ascoltatore. Qualche idea buona c'è, ma per poter pretendere di uscire sul mercato bisogna per forza fare di più. Maggiore cura negli arrangiamenti e una dose di buon gusto vi farebbero fare il salto. Rimandati.

[Dale P.]

Questa recensione é stata letta 2700 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Afghan Whigs - Unbreakable A RetrospectiveAfghan Whigs
Unbreakable A Retrospective
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Corin Tucker Band - 1000 YearsCorin Tucker Band
1000 Years
(P)itch - Velluto(P)itch
Velluto
Sleater Kinney - The WoodsSleater Kinney
The Woods
Andrew WK - I Get WetAndrew WK
I Get Wet
Rage Against The Machine - RenegadesRage Against The Machine
Renegades
Martin Grech - March Of The LonelyMartin Grech
March Of The Lonely
Melvins - TrilogyMelvins
Trilogy
Black Eyes Snakes, The - Rise Up!Black Eyes Snakes, The
Rise Up!