Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Le Piccole Foglie EP - Lecrevisse (Jestrai)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Lecrevisse - Le Piccole Foglie EP
Voto:
Etichetta: Jestrai
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / alternative / indie
Scheda autore: Lecrevisse



Jestrai ha il grande fiuto di trovare ottime rock band ma che, generalmente, riscuotono poco interesse tra il grande pubblico. I Lecrevisse, oltre ai già citati e ottimi TBH, potrebbero e devono sfatare l'opinione diffusa che Jestrai significhi Verdena. Niente di più lontani. Se con i TBH si ha a che fare con una formazione di pop/rock estremamente orecchiabile, con i Lecrevisse si corre su altri lidi. Pensate a ben poca orecchiabilità ma a grandissima atmosfera e ricercatezza. Esplosioni soniche e lunghi minuti di rilassatezza. No. Non è il solito gruppo "post" ultra menoso. Qua dentro c'è energia. Se nella title-track si ha a che fare con un rock orecchiabile e piuttosto tradizionale (ma il finale riscatta tutto il brano) sono le altre due perle dell'EP a farci cambiare opinione sulla band. "19" è un brano di quasi 8 minuti e che li vale tutti!! Ascoltare per credere. Saliscendi emozionali che distruggono il 90% della scena post-rock mondiale. E parliamo anche di "Eleanor Rigby" , ovviamente dei Beatles, ovviamente grande passione in casa Jestrai. Pensate agli Slint, ai dEUS, ai Low nel loro incedere minimale. E' come se il brano fosse stato scritto e suonato dai Velvet Underground periodo John Cale. Applausi. Bravissimi.

[Dale P.]

Canzoni significative: 19, Eleanor Rigby.

Questa recensione é stata letta 2940 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Saul Williams - The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardustSaul Williams
The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardust
White Stripes - ElephantWhite Stripes
Elephant
Mudhoney - Since WeMudhoney
Since We've Become Translucent
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Dredg - El CieloDredg
El Cielo
(P)itch - Velluto(P)itch
Velluto
Carusella - CarusellaCarusella
Carusella
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain
Danko Jones - We Sweat BloodDanko Jones
We Sweat Blood