Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Songs Of Gods And Demons - Lustmord (Vaultworks)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Lustmord - Songs Of Gods And Demons
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2011
Produzione: B. Lustmord
Genere: metal / drone / industrial



Lustmord e' uno che toglie il sonno la notte. I suoi tour de force psichici trascinano in rituali occulti dove i demoni sono ben piu' che presenze subliminali. E' l'alter ego musicale di Lynch, succhia l'anima agli incubi, la processa e la rigurgita sotto forma di mantra malvagi. Flussi di suono avvolgenti scorrono in brani senza alcuna struttura in cui le variazioni sono minime e neanche presenti in tutti gli episodi.

L'omogeneita' del discorso sonoro condotto da Lustmord in questi anni e' evidenziato in questa raccolta di materiale composto tra il 1994 e il 2007 per colonne sonore e videogiochi. In mezzo c'e' "The Blasted Pain", di cui i fan dei Tool serberanno di certo memoria visto che compare nel DVD di "Vicarious". Difficile dire quale delle cinque tracce qui incluse sia la piu' evocativa, la piu' terrificante. Forse "Corvus Mysterium", concepita come soundtrack di un film nel '94 e rielaborata nel '97 per il sequel: echi di urla che appaiono e svaniscono all'improvviso come fantasmi, gorgoglii satanici e profondi sospiri provenienti dall'abisso, qui la poetica di Lustmord raggiunge picchi di estrema ferocia psicologica.

Spessi bordoni serpeggiano sotto una nebbia densa intrecciata col filo spinato direttamente nelle fucine dell'inferno. La tensione emotiva e' condotta allo spasimo, laggiu' si agita qualcosa che dimena i tentacoli e digrigna i denti.

"Vault" pare uscita dagli spartiti di Angelo Badalamenti, ecco che torna in qualche maniera il parallelo con Lynch. Il clima muta in "Haze", dove dalle fessure penetra un lucore che delinea un giro melodico preciso, ma sono pochi istanti prima che le tenebre tornino a oscurare l'intera scena risucchiando ogni molecola di ossigeno. Annegando nel nero ogni possibilita' di salvezza.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: Corvus Mysterium; Haze.

Questa recensione Ú stata letta 1615 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Lustmord - OtherLustmord
Other

NEWS


14/07/2006 Con King Buzzo

tAXI dRIVER consiglia

Khlyst - Chaos Is My NameKhlyst
Chaos Is My Name
Sunn O))) - & Boris - AltarSunn O)))
& Boris - Altar
Lustmord - Songs Of Gods And DemonsLustmord
Songs Of Gods And Demons
Sunn O))) - Flight Of The BehemotSunn O)))
Flight Of The Behemot
Earth - Hex Or Printing In The Infernal MethodEarth
Hex Or Printing In The Infernal Method
Sunn O))) - 00 VoidSunn O)))
00 Void
Imbogodom - The Metallic YearImbogodom
The Metallic Year
Alexander Tucker - Third MouthAlexander Tucker
Third Mouth
Master Musicians Of Bukkake - Totem TwoMaster Musicians Of Bukkake
Totem Two
Alexander Tucker - DorwytchAlexander Tucker
Dorwytch