Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Mares Of Thrace - The Exile (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Mares Of Thrace - The Exile
Autore: Mares Of Thrace
Titolo: The Exile
Anno: 2022
Produzione: Casey Rogers
Genere: metal / sludge / doom

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta The Exile





Per i doomster underground come il sottoscritto i Mares Of Thrace sono un piccolo culto. Formati dalla chitarrista e cantante Thérèse Lanz e accompagnati dalla batterista Stef MacKichan la band pubblicò tra il 2010 e il 2012 due buoni dischi intitolati "The Moulting" e "The Pilgrimage". Dopo 10 anni di silenzio inaspettatamente Thérèse ha rimesso in piedi il progetto con il batterista Casey Rogers che si è occupato anche delle parti di basso (ma le basse sono tutte merito della chitarra baritona costruita da Kurt Ballou dei Converge) e di produrre il disco.

Era parecchio tempo che non ascoltavo un bel disco di doom sludge progressivo con qualche punta noise e hardcore, diciamo una decina di anni fa quando questo genere era decisamente più suonato (Black Cobra, Zoroaster, Lesbian, Akimbo e Dark Castle) e ammetto che mi ha fatto scendere una lacrimuccia mentre facevo head banging forsennato. Alla fine questo genere non c'è più e rendermene conto mi ha portato a tenermi stretto questo "The Exile".

[Dale P.]

Canzoni significative: Dark Harbours, In All Her Glory.


Questa recensione é stata letta 259 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I
Rwake - RestRwake
Rest
Mistress - The Glory Bitches Of DogheadMistress
The Glory Bitches Of Doghead
Ufomammut - Opus AlterUfomammut
Opus Alter
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
Mares Of Thrace - The ExileMares Of Thrace
The Exile
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing