Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Age Of Excuse - Mgla (No Solace)

Ultime recensioni

AA.VV. - Dirt ReduxAA.VV.
Dirt Redux
Fuzz - IIIFuzz
III
Porridge Radio - Every BadPorridge Radio
Every Bad
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Blues Pills - Holy Moly!Blues Pills
Holy Moly!
Sprain - As Lost Through CollisionSprain
As Lost Through Collision
Thurston Moore - By The FireThurston Moore
By The Fire
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome

Mgla - Age Of Excuse
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Anno: 2019
Produzione: Mgla
Genere: metal / black metal /
Scheda autore: Mgla



Scrivere il seguito del disco black metal del decennio ("Excercise In Futility") non deve essere stato facile, ma i MGLA sono ormai tra i migliori gruppi black metal in circolazione per cui a loro gli onori e gli oneri della posizione raggiunta.

"Age Of Excuse" arriva senza tanti inutili annunci e non delude le attese. Lo stile dei polacchi Ŕ ormai ben consolidato: la spina dorsale della band Ŕ il mostruoso lavoro alla batteria di Darkside che regala una dinamicitÓ ai pezzi raramente riscontrabile nel genere. Il batterista, con un impressionante susseguirsi di ricami e dettagli, dona un'anima ai sei brani che va ben oltre ai riff, pressochŔ comunque tutti azzeccati. Sia quando il disco rallenta, sia quando parte in velocitÓ, l'impatto Ŕ comunque devastante e sembra di avere la band lý al proprio fianco a suonare, grazie anche ad una produzione sopraffina che dona naturalezza e limpidezza ad ogni strumento. I riff ipnotici, il muro di chitarre, la voce che declama versi carichi di esistenzialismo nero: tutto Ŕ al posto giusto, nel momento giusto. I MGLA sono arrivati al terzo disco di fila senza sbagliare praticamente un brano (metto il debutto "Groza" lievemente sotto ai suoi successori); ora resta da vedere quanto questa formula consolidata durerÓ e se i nostri vorranno provare a cambiare qualcosa in futuro. Nel frattempo ce li godiamo in questo stato di grazia.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: tutte.


Questa recensione Ú stata letta 225 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Oranssi Pazuzu - KosmonumentOranssi Pazuzu
Kosmonument
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Menace Ruine - Union Of IrreconcilablesMenace Ruine
Union Of Irreconcilables
Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Triptykon - Eparistera DaimonesTriptykon
Eparistera Daimones
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Werian - AnimistWerian
Animist
Shining - Black JazzShining
Black Jazz