Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Black Hole / Black Canvas - Motorpsycho (Stickman)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Motorpsycho - Black Hole / Black Canvas
Voto:
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / stoner / alternative
Scheda autore: Motorpsycho



Finalmente sono tornati i veri Motorpsycho. Non che "Phanerothyme" o "It's A Love Cult" fossero dei dischi brutti (tutt'altro, soprattutto il primo) ma avevamo paura di esserci persi la band impetuosa di "Demon Box" o "Timothy's Monster".

Ovviamente in "Black Hole / Black Canvas" ritroviamo sì la furia di quei dischi ma rivista con l'esperienza maturata negli anni di ricerca sonora.

La psichedelia, la vocalità sognante e lo stoner sono i tre ingredienti principali di un disco che di sperimentale non avrà niente ma che riesce ad entusiasmare per l'alta qualità delle composizioni.

E' inutile girarci intorno: noi dai Motorpsycho ci aspettiamo questo. Dischi lunghissimi e potenti, suonati con energia e che possano ricordarci solo ed esclusivamente loro (cosa che non si può dire della deriva citazionista presa negli ultimi anni). "Black Hole / Black Canvas" offre 90 minuti di heavy rock acido, riportando la band come regina assoluta dello stoner. Il basso ipersaturo di Saether (che qui suona anche la batteria dopo la dipartita di Gebhardt) e la chitarra sognante di Snah sono i protagonisti di un album che non sarà un capolavoro indiscutibile ma ci auguriamo che segni il ritorno di una band che nel corso degli anni ha disorientato i numerosissimi e fedelissimi fan con progetti di varia natura (pop, country, jazz, avanguardia) pur mantenendo l'alta qualità.

Come chiave di lettura del disco vi segnaliamo due brani su tutti: l'incedere stoner di "Coalmine Pony" (in cui sembra di ascoltare i Dead Meadows), e la delicata "29th Bulletin", la perla più preziosa fra le presenti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Coalmine Pony, 29th Bulletin, No Evil.

Questa recensione é stata letta 4080 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Motorpsycho - + Jaga Jazzist HornsMotorpsycho
+ Jaga Jazzist Horns
Motorpsycho - BarracudaMotorpsycho
Barracuda
Motorpsycho - PhanerothymeMotorpsycho
Phanerothyme
Motorpsycho - The Death Defying UnicornMotorpsycho
The Death Defying Unicorn

Live Reports

11/05/2006RiminiVelvet Club

NEWS


21/02/2013 Quattro Date In Italia
21/03/2005 Geb Lascia

tAXI dRIVER consiglia

Dozer - Beyond ColossalDozer
Beyond Colossal
Naam - NaamNaam
Naam
Zippo - MaktubZippo
Maktub
Mondo Generator - Cocaine RodeoMondo Generator
Cocaine Rodeo
Witchcraft - LegendWitchcraft
Legend
Chè - Sounds Of LiberationChè
Sounds Of Liberation
AA.VV. - Welcome To Meteor CityAA.VV.
Welcome To Meteor City
Alix - GroundAlix
Ground
AA.VV - Daze Of The Underground - A Tribute To HawkwindAA.VV
Daze Of The Underground - A Tribute To Hawkwind
Jex Thoth - Blood Moon RiseJex Thoth
Blood Moon Rise