Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Unplugged In New York - Nirvana (Geffen)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Nirvana - Unplugged In New York
Voto:
Anno: 1994
Produzione:
Genere: rock / grunge / alternative
Scheda autore: Nirvana



E' difficile spiegare quest'album cercando di esprimere le emozioni che sprigiona. Eviteremo lo sforzo, descrivendomi oggettivamente quello che succede qua dentro: i Nirvana che registrano per Mtv il popolarissimo programma Unplugged, ovvero un concerto con chitarre acustiche e volumi bassi.

Era la splendida moda di quegli anni. Prendere un artista prevalentemente elettrico, denudarlo di distorsori e registrarlo. Difficilmente il programma ha mai deluso. Qua, però, siamo su un altro pianeta.

I Nirvana si presentano con una violoncellista, una chitarra in più (il Germs Pat Smear, poi nei Foo Fighters) vari strumenti suonati da Chris (oltre al basso), più i Meat Puppets a suonare le loro canzoni (Oh Me, Plateau, Lake Of Fire).

Kurt ebbe la brillante idea di presentarsi con le canzoni più soft del proprio catalogo e di aggiungere una discreta quantità di cover. Oltre ai già citati Meat Puppets è presente "The Man Who Sold The World" di David Bowie, "Jesus Doesn't Want Me For A Sunbeam" dei Vaselines e "Where Did You Sleep Last Night?" di Leadbelly, leggendario bluesman di inizio '900.

Il disco mostra un Cobain in stato di grazia: sembra che stia vivendo ogni parola come se fosse l'ultima (è triste dirlo ma è proprio quello che trasmette) fino ad arrivare al crescendo emozionale di "Where Did You Sleep" che sarebbe in grado di far piangere una pietra.

Per il sottoscritto l'album è uno dei pochi a cui ci si può rivolgere come opera d'arte.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 5851 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Nirvana - BleachNirvana
Bleach
Nirvana - From The Muddy Banks Of The WhishkahNirvana
From The Muddy Banks Of The Whishkah
Nirvana - Hormoaning EPNirvana
Hormoaning EP
Nirvana - In UteroNirvana
In Utero
Nirvana - IncesticideNirvana
Incesticide
Nirvana - NevermindNirvana
Nevermind

NEWS


29/08/2009 Live At Reading A Novembre
21/09/2005 Ulteriori Speculazioni In Arrivo!
10/04/2005 Il Tributo di Aberdeen
28/10/2004 Tracklist Box Set

tAXI dRIVER consiglia

Nirvana - In UteroNirvana
In Utero
Alice In Chains - FaceliftAlice In Chains
Facelift
Plush - HandsPlush
Hands
Mudhoney - My Brother The CowMudhoney
My Brother The Cow
Godsmack - FacelessGodsmack
Faceless
Soundgarden - Down On The UpsideSoundgarden
Down On The Upside
Nirvana - Unplugged In New YorkNirvana
Unplugged In New York
Mudhoney - MudhoneyMudhoney
Mudhoney
Black Label Society - Hangover Music Vol.VIBlack Label Society
Hangover Music Vol.VI
Pearl Jam - No CodePearl Jam
No Code