Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Probot - Probot (Southern Lord)

Ultime recensioni

Bohren & Der Club Of Gore - Patchouli BlueBohren & Der Club Of Gore
Patchouli Blue
Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper

Probot - Probot
Voto:
Etichetta: Southern Lord
Anno: 2004
Produzione:
Genere: metal / hard /
Scheda autore: Probot



L'esordio dei Probot è certamente uno dei dischi più attesi dell'anno. Il side-project/solo album di Dave Grohl dedicato alla scena metal underground anni 80 ha destato la curiosità di molti. Per prima cosa perchè Grohl dietro alle pelli fa sempre molta impressione. Secondo motivo per il foltissimo numero di ospiti. Ad iniziare da Matt Sweeney (ex Zwan) e Kim Thayl (Soundgarden) per per passare alle voci. Per ogni brano (e sono 11) c'è un cantante diverso. Si parte con Cronos dei Venom che ruggisce in "Centuries Of Sin", si prosegue con Max Cavalera, Lemmy, Mike Dean (Corrosion Of Conformity), Kurt Brecht (DRI), Lee Dorrian (Cathedral), Wino, Tom G. Warrior (Celtic Frost), Snake (Voivod), Eric Wagner (Trouble) e King Diamond. La musica è un tributo a ciascuna band in cui hanno militato i vari cantanti. C'è quindi il doom, l'heavy metal e il thrash. Non aspettatevi suoni moderni o chissà che originalità. Dave Grohl è una celebrità e può permettersi di realizzare il sogno che hanno un po' tutti: registrare un disco con i propri idoli musicali e scriverne pure le canzoni!! A chi può giovare quest'album?? A chi apprezza il metal underground anni 80, a chi non lo conosce per niente ed è curioso, a chi ama Grohl (ma non è che faccia chissà che cosa!) oppure a chi ama tutti i cantanti ospiti. Sapete che vi dico anche?? Fatevi una bella compilation con i gruppi sovracitati e vedrete che suonerà meglio di questo pastone non troppo convincente.

[Dale P.]

Canzoni significative: Centuries Of Sin, Access Babylon, The Emeral Law.

Questa recensione é stata letta 2932 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Black Sabbath - We Sold Our Soul For RockBlack Sabbath
We Sold Our Soul For Rock'n'Roll
Black Label Society - 1919 EternalBlack Label Society
1919 Eternal
Idle Hands - ManaIdle Hands
Mana
Ghost - Opus EponymousGhost
Opus Eponymous
Black Sabbath - ParanoidBlack Sabbath
Paranoid
Black Sabbath - Past LivesBlack Sabbath
Past Lives
Tony Iommi - The 1996 Dep SessionsTony Iommi
The 1996 Dep Sessions