Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop [ elettronica ]

Violent Silences - Rico (Manufractured)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Rico - Violent Silences
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: elettronica / rock /
Scheda autore: Rico



La bio di Rico mi segnala giudizi esaltanti su di lui. Leggo, successivamente, i pareri in giro per internet e vedo che in realtà il personaggio non è molto amato.

E' questo il caso in cui la verità sta perfettamente nel mezzo. Rico non è il "figlio bastardo di Kurt Cobain e Tom Waits" (perchè mai poi?) ma neanche una mezza calzetta.

Si può dire senza timore di smentita che Rico conosce bene il materiale che maneggia. Che è un synth-industrial-pop alla Gary Numan / Nine Inch Nails. Dato il mio amore per i due personaggi in questione Rico mi sta simpatico.

In realtà i riferimenti passano anche per Tricky e, incredibilmente, Nick Cave (ascoltate Recommended Dose) ma il disco è principalmente sulla scia dell'ex Tubeway Army. Nella sequenza di riferimenti dell'autore troviamo anche "Psycho Killer" inno dei Talking Heads nell'immediato post-punk/new wave.

"Violent Silences" si fa ascoltare anche se il genere suonato risulta un po' datato e non particolarmente d'impatto. Nell'insieme un disco più che buono.

[Dale P.]

Canzoni significative: Dwan Raid, Recommended Rose, She's My Punk Rock.

Questa recensione é stata letta 2784 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

18/11/2006LondraForum

tAXI dRIVER consiglia