Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

The Sun Dogs - Rose Windows (Sub Pop)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Rose Windows - The Sun Dogs
Voto:
Produzione:
Originalit:
Tecnica:

Etichetta: Sub Pop
Anno: 2013
Produzione: Randall Dunn
Genere: rock / psych / folk



Se non fossero di Seattle probabilmente Lee Dorian li avrebbe messi sotto contratto per la sua Rise Above. Invece, ovviamente, i Rose Windows sono finiti su Sub Pop, etichetta decisamente lontana dal folk rock della band. Ma perche' sarebbe stata meglio Rise Above? Per quel senso di oscurita' da canti delle streghe che fa capolino fra i brani decisamente piu' solari del resto del disco. L'iniziale "The Sun Dogs I: Spirit Modules" con il suo lento incidere e il flauto alla Black Widow e' una degna colonna sonora di una evocazione. "Native Dreams" sembra una outtake dei Blood Ceremony (appunto Rise Above). "Heavenly Days" esplora territori folk decisamente piu' solari. Ma con "Walkin' With A Woman" torniamo al blues alla Black Sabbath/Coven con una grande prestazione della cantante Rabia Shaheen Qazi, protagonista indiscussa del disco.

Intervallando episodi piu' solari (Wartime Lovers) ad altri piu' oscuri e' una delle caratteristiche migliori di un disco ricco di ingredienti, vario, ben suonato e ottimamente prodotto da Randall Dunn (Master Musicians Of Bukkake, SunnO))), Wolves In The Throne Room) che purtroppo difficilmente attirera' l'attenzione del tipico pubblico Sub Pop. Noi cercatori di tesori ce ne freghiamo e godiamo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Native Dreams, Wartime Lovers.


Questa recensione stata letta 3348 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Harvestman - / Minsk / U.S. Christmas - Hawkwind TriadHarvestman
/ Minsk / U.S. Christmas - Hawkwind Triad
Love - Forever ChangesLove
Forever Changes
Motorpsycho - PhanerothymeMotorpsycho
Phanerothyme
Oneida - Secret WarsOneida
Secret Wars
Mammatus - The Coast ExplodesMammatus
The Coast Explodes
Sabbath Assembly - Restored To OneSabbath Assembly
Restored To One
Quest For Fire - Lights From ParadiseQuest For Fire
Lights From Paradise
Weeed - You Are The SkyWeeed
You Are The Sky
Gary Lee Conner - Unicorn CurryGary Lee Conner
Unicorn Curry
Pink Floyd - The Piper At The Gates Of DawnPink Floyd
The Piper At The Gates Of Dawn