Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Rosy Finch - Scarlet (Discos Macarras)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Rosy Finch - Scarlet
Autore: Rosy Finch
Titolo: Scarlet
Anno: 2020
Produzione: Mireia Porto
Genere: metal / alternative / sludge

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Devo ammettere che mi sono tenuto lontano da questo disco dei Rosy Finch esclusivamente per la copertina, decisamente orribile e sviante: sembrava quella di un brutto gruppo doom metal con voce femminile. Tra l'altro la band l'ho sempre trovato sponsorizzata esclusivamente nei siti di genere stoner/doom e quindi immaginavo già cosa aspettarmi. L'averlo trovato in alcune liste di fine anno mi ha però incuriosito, e mi ha anche fatto tornare alla mente che il precedente album "Witchboro" non era male.

Rosy Finch vengono da Alicante, Spagna, e dopo la registrazione del secondo disco hanno cambiato totalmente la formazione, eccetto la cantante Mireia Porto. Troviamo quindi ancora Elena García (basso, voce) e Lluís Mas (batteria) ma nei video promozionali sono stati sostituiti da Óscar Soler e Juanjo Ufarte. "Scarlet" è un bel disco di metal alternativo "in your face". Non ci sono svolazzi psichedelici, nè momenti di doom luciferino ma solo riff su riff e canzoni sommerse sotto i distorsori potenti di chitarra e basso. La band ha scelto infatti di mettere in primo piano il grattuggiamento grasso delle chitarre rispetto alla voce, rendendo il disco un po' più cupo e opprimente rispetto alla media dei dischi di questo genere. Complice, probabilmente, anche il master del guru Billy Anderson. Ciò rende "Scarlet" vicino a certi dischi dei Melvins (quelli più heavy e oscuri, non certo gli ultimi) ma come se fossero cantanti da una donna (Babes In Toyland, primissime Hole).

La band ha quindi un piede nello sludge ma usa un approccio più "canzonettaro" ed è quindi una discreta alternativa di ascolto, adatta maggiormente agli orfani del grunge più heavy e rumoroso .

[Dale P.]

Canzoni significative: Vermilion, Lava.


Questa recensione é stata letta 282 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Atomic Opera - For Madmen OnlyAtomic Opera
For Madmen Only
King Gizzard & The Lizard Wizard - Infest The RatsKing Gizzard & The Lizard Wizard
Infest The Rats' Nest
Five Star Prison Cell - Slaves Of VirgoFive Star Prison Cell
Slaves Of Virgo
Fantomas - The DirectorFantomas
The Director's Cut
KingKing's X
Ogre Tones
A Perfect Circle - Thirteen StepA Perfect Circle
Thirteen Step
Mastodon - LeviathanMastodon
Leviathan
Dredg - LeitmotifDredg
Leitmotif
Hum - InletHum
Inlet
Tool - UndertowTool
Undertow