Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Scarlet - Rosy Finch (Discos Macarras)

Ultime recensioni

Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Tomahawk - Tonic ImmobilityTomahawk
Tonic Immobility
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Eyehategod - A History of Nomadic BehaviorEyehategod
A History of Nomadic Behavior
Really From - Really FromReally From
Really From
Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennanöh - Longing for BelongingZola Mennanöh
Longing for Belonging
Molassess - Through The HollowMolassess
Through The Hollow
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough

Rosy Finch - Scarlet
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2020
Produzione: Mireia Porto
Genere: metal / alternative / sludge
Scheda autore: Rosy Finch



Devo ammettere che mi sono tenuto lontano da questo disco dei Rosy Finch esclusivamente per la copertina, decisamente orribile e sviante: sembrava quella di un brutto gruppo doom metal con voce femminile. Tra l'altro la band l'ho sempre trovato sponsorizzata esclusivamente nei siti di genere stoner/doom e quindi immaginavo già cosa aspettarmi. L'averlo trovato in alcune liste di fine anno mi ha però incuriosito, e mi ha anche fatto tornare alla mente che il precedente album "Witchboro" non era male.

Rosy Finch vengono da Alicante, Spagna, e dopo la registrazione del secondo disco hanno cambiato totalmente la formazione, eccetto la cantante Mireia Porto. Troviamo quindi ancora Elena García (basso, voce) e Lluís Mas (batteria) ma nei video promozionali sono stati sostituiti da Óscar Soler e Juanjo Ufarte. "Scarlet" è un bel disco di metal alternativo "in your face". Non ci sono svolazzi psichedelici, nè momenti di doom luciferino ma solo riff su riff e canzoni sommerse sotto i distorsori potenti di chitarra e basso. La band ha scelto infatti di mettere in primo piano il grattuggiamento grasso delle chitarre rispetto alla voce, rendendo il disco un po' più cupo e opprimente rispetto alla media dei dischi di questo genere. Complice, probabilmente, anche il master del guru Billy Anderson. Ciò rende "Scarlet" vicino a certi dischi dei Melvins (quelli più heavy e oscuri, non certo gli ultimi) ma come se fossero cantanti da una donna (Babes In Toyland, primissime Hole).

La band ha quindi un piede nello sludge ma usa un approccio più "canzonettaro" ed è quindi una discreta alternativa di ascolto, adatta maggiormente agli orfani del grunge più heavy e rumoroso .

[Dale P.]

Canzoni significative: Vermilion, Lava.


Questa recensione é stata letta 74 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Royal Thunder - CVIRoyal Thunder
CVI
Mastodon - Lifesblood EPMastodon
Lifesblood EP
Tool - Opiate EPTool
Opiate EP
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
KingKing's X
Ogre Tones
AA.VV. - The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In ThAA.VV.
The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In Th
So I Had To Shoot Him - Alpha Males & Popular GirlsSo I Had To Shoot Him
Alpha Males & Popular Girls
Hum - InletHum
Inlet
Kvelertak - KvelertakKvelertak
Kvelertak
Tool - LateralusTool
Lateralus