Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

4 - Rotor (Elektrohasch)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Rotor - 4
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Elektrohasch
Anno: 2010
Produzione:
Genere: rock / stoner / psych
Scheda autore: Rotor

MP3: An3R4
Costa Verde
Gnade Dir Gott


Rotor arrivano dalla Germania e appartengono al quel nucleo di freakettoni che e' il giro Elektrohash (Causa Sui, Hypnos 69, Colour Haze, Sula Bassana). Scena che il Julian Cope del 2030 magari etichettera' come kraut-stoner e che purtroppo e' poco raccontata dai media, anche quelli specializzati.

Jam in liberta', marijuana in grandi quantita', capelli lunghi e barba. E jeans a zampa. I Rotor sono il versante piu' strutturato e grintoso, meno freakettone e di maggiore impatto. Parecchio divertenti, vari e, pur muovendosi in territori "stoner" si riconoscono riferimenti che vanno dal metal (certi stacchi), l'hard rock, ma soprattutto il progressive. Ma il vero punto forte della band e' il groove : riff vorticosi, dinamici e orecchiabili capaci di smuovere le teste anche nei momenti piu' tranquilli.

Rotor risultano quindi maggiormente dinamici rispetto ai Karma To Burn, ma allo stesso tempo meno cervellotici e sbilenchi dei Stinking Lizaveta ma soprattutto hanno la capacita' di entrare in testa e non abbandonarti per lungo tempo.

4 e' un disco che conquista per la sua carica, per il dinamismo e per la freschezza: la band si e' divertita parecchio a suonarlo e si sente.

Due i brani cantati: il primo da Andre Dietrich dei Dyse (ottimo duo tedesco) decisamente aggressivo, il secondo, in chiusura una cover di Neatz Brigade dei Obsessed.

Recuperatelo e godrete.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Questa recensione Ú stata letta 2812 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Dead Meadow - Dead MeadowDead Meadow
Dead Meadow
Fu Manchu - DaredevilFu Manchu
Daredevil
 Deadpeach
Promo EP
Alix - GroundAlix
Ground
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Motorpsycho - BarracudaMotorpsycho
Barracuda
Naam - NaamNaam
Naam
Colt 38 - Colt ThirtyeightColt 38
Colt Thirtyeight
Elder - The Gold & Silver SessionsElder
The Gold & Silver Sessions
Porn - American StylePorn
American Style