´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Rest - Rwake (Relapse)


Rwake - Rest
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2011
Produzione: Sanford Parker
Genere: metal / sludge / progressive
Scheda autore: Rwake



Li avevo dati per dispersi, dopo quel favoloso album del 2007 che risponde al nome di "voices of Omens" (ancora tutt'oggi lo ascolto con molto piacere); e mi ero dispiaciuto non poco nel non aver piu' loro notizie, perche', in definitiva, i Rwake, sono forse una delle band di punta di un modo tutto particolare di concepire la materia sludge: contaminazione tra sludge appunto, doom, tanto post-hardcore, psichedelia presa in prestito dagli acidi anni '70, sfuriate thrash, southern, space rock e progressive, tutti miscelati da un'intensità pari ad un caterpillar che investe un minuscolo topo.

"Rest" parte probabilmente da dove il precedente mastodonte aveva chiuso i battenti, ne riprende l'emozionalita' e l'intensita' debordante, ma la porta su livelli ancora piu' alti, piu' concreti, con sezioni ritmiche e cambi di tempo degne del miglior progressive d'antan: un muro di suono difficilmente scalfibile, difficilmente penetrabile, pesante, sanguinante, slabbrato, vorticoso e inarrestabile promosso da una produzione meravigliosa, sporca ma bilanciatissima, aggressiva ma definita ai massimi livelli; prendete ad esempio i 16 minuti della magnifica "The Culling": partenza malinconica, in chitarra acustica, quasi folk, bellissima; crescendo d'intensità che non arresta la sua corsa fin quando nel finale un assolo squarcia il cielo aprendo una conclusione degna dei migliori Eyehategod.

A volte potrebbero ricordare qualcosa dei succitati Neurosis, altre volte qualcosa dei primi Mastodon (quelli dell'inarrivabile Remission), altre i Baroness piu' prog oriented, e forse altre band del settore, ma quello che muove i miei gusti a promuovere con pieni voti questa perla e' il semplice fatto di ascoltare una dose di personalita' cos├Č alta da farmi ben sperare sulle sorti della musica tutta: ancora c'e' gente, anche se non con originalita' (utopia secondo me ormai), prende filoni ben avviati per farli propri, sperimentando nuove soluzioni, nuove strade possibili, avvincenti, ed emozionanti, come fatto da questi Rwake appunto.

[Lucio Leonardi]

Canzoni significative : An Invisible Thread, The Culling


Questa recensione Ú stata letta 1959 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


20/09/2011 Streaming di Rest
17/07/2011 Rest A Settembre

tAXI dRIVER consiglia

Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Down - IIDown
II
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Superjoint Ritual - Use Once & DestroySuperjoint Ritual
Use Once & Destroy
Mistress - The Glory Bitches Of DogheadMistress
The Glory Bitches Of Doghead
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing