Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Staind - 14 Shades Of Grey (Elektra)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Staind - 14 Shades Of Grey
Autore: Staind
Titolo: 14 Shades Of Grey
Anno: 2003
Produzione:
Genere: rock / grunge / post-grunge

Voto:



Al quarto disco gli Staind perdono un po' il filo del discorso. I pezzi duri non graffiano, le ballate acustiche non brillano, le ballate depressive non deprimono. Il gruppo di Aaron Lewis paga la mancanza di una tecnica elevata che gli impedisce di andare oltre i clich del genere. E dire che a me gli Staind sono sempre piaciuti, anche il pluri criticato Break The Cycle. Il problema che tutto si riduce ad una lagna, anche la splendida voce di Aaron sempre uguale, senza guizzi, linee melodiche simili, gli stessi accordi usati per tutte le canzoni, la stessa struttura. Uno scempio!! Molto probabilmente, se preso a piccole dosi, pu risultare piacevole, ma vi consiglio di risparmiare i vostri soldi per qualcos'altro. Ah, come gi saprete, c' una canzone dedicata a Layne Staley che sembra un'outtakes dell'unplugged degli Alice In Chains. Una grossa delusione.

[Dale P.]

Canzoni significative: Blow Away

Questa recensione stata letta 5066 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Staind - Break The CycleStaind
Break The Cycle
Staind - Chapter VStaind
Chapter V
Staind - The Singles 1996-2006Staind
The Singles 1996-2006

NEWS


18/10/2006 Greatest Hits In CD e DVD

tAXI dRIVER consiglia

Hole - Live Through ThisHole
Live Through This
Alice In Chains - LiveAlice In Chains
Live
Pearl Jam - YieldPearl Jam
Yield
Soundgarden - Ultramega OkSoundgarden
Ultramega Ok
AA.VV. - Sub Pop 200AA.VV.
Sub Pop 200
Sunna - One Minute ScienceSunna
One Minute Science
Pearl Jam - No CodePearl Jam
No Code
Pearl Jam - TenPearl Jam
Ten
Nirvana - In UteroNirvana
In Utero
Green River - Dry As A Bone/Rehab DollGreen River
Dry As A Bone/Rehab Doll