Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Horse Fabulous - Stands, The (Echo)

Ultime recensioni

Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion

Stands, The - Horse Fabulous
Voto:
Anno: 2005
Produzione:
Genere: pop / brit /
Scheda autore: Stands, The



Valentino Rossi direbbe CHE SPETTACOLO...io ascoltando questo CD non posso far altro che confermare tale affermazione!

Il cd più bello dell’anno lo sfornano questi ragazzotti di Liverpool!

Beat, country, folk, psichedelia, pop, blues tutto con un approccio semplice che lo rende un vero capolavoro!

Che dire, sembra proprio di ascoltare delle b-side di RUBBER SOUL o LET IT BLEED!

Credo sia d’obbligo una rapida descrizione dell’album canzone per canzone premettendo che l’unico “difetto” è che dura troppo poco.

“Turn The World Around” brano d’apertura, ha un coro con eco ritardato davvero intrigante per un finale in crescendo di cori e fiati degna del miglior Battisti.

“Soon To Come” ha un beat travolgente e un riff da invidia anche per Keith Richards.

“Just Enough Love” è uno scanzonato blues arricchito da un sax alla Brian Jones.

”I Will Journey Home” è invece una delicata ballata country.

”Back To You” semplice acustica alla Dylan con cori e fiati stile “All You Need Is Love”.

“Mountains Blue And The World Through My Window” è una strumentale psichedelica con tanto di banjo da brivido, assolutamente meravigliosa.

“Nearer Than Green” inizia come “coffee & TV” dei Blur con la parte vocale sovraincisa (la tecnica che ha fatto la fortuna dei primi Beatles) per poi trasformarsi in qualcosa di più psichedelico e mistico e il conseguente ritorno al pop che precede un vorticoso finale…i brividi continuano!

“When The Night Falls In” ditemi se non sto ascoltando i Fab Four!

“Bluer Than Blue” altra ballata senza sbavature

“Do you like it” quanto di più vicino a “Ticket To Ride”.(si tratta anche del primo singolo e il video sembra una registrazione tratta dall’ ED SULLIVAN SHOW)

“You Said” conclusiva ballad di una bellezza disarmante capace di lasciarti un senso di vuoto, come quando ti accorgi che un qualcosa di bello è finito…meno male che ho inserito il tasto REPEAT ALL!

CHE DIRE, DA COMPRARE ASSOLUTAMENTE ANCHE X I NON AMANTI DEL GENERE!

[Steliam]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 3867 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Oasis - Definitely MaybeOasis
Definitely Maybe
Blur - Think TankBlur
Think Tank
Smiths, The - The Queen Is DeadSmiths, The
The Queen Is Dead
Blur - Best OfBlur
Best Of
Stands, The - Horse FabulousStands, The
Horse Fabulous
LaLa's
La's
Stereophonics - Live From DakotaStereophonics
Live From Dakota
Radiohead - Ok ComputerRadiohead
Ok Computer