Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Suburban Base - Suburban Base (DEMO)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Suburban Base - Suburban Base
Titolo: Suburban Base
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / nu-metal /

Voto:



Questa band si presenta a me con un EP “Suburban Base”, omonimo, contenente cinque tracce, veramente apprezzabili, sia dal punto di vista compositivo che sonoro.

Il “crossover” dei “Suburban Base” nasce tutto dalle chitarre “veramente di gusto”, come si dice dalle mie parti, che cadenzano alla perfezione i tempi espressivi della band. Tutti i componenti del gruppo suonano molto bene e tutto è condito da una buona registrazione: sì buona perché il basso si sente un po’ pochino ed il timbro di cassa della batteria potrebbe spaccare il doppio, dettagli che avrebbero valorizzato maggiormente un lavoro che merita.

Ascolto i “Suburban Base” e sono alquanto colpito dalle diverse ambientazioni che riescono a creare: non fanno nulla di difficile ma quello che fanno è intelligente e non risulta mai scontato.

Apprezzabilissima la scelta di registrare la quarta traccia con archi e pianoforte, ma la mia preferita rimane comunque la seconda traccia “The run of the world”.

[ADam]

Questa recensione é stata letta 2980 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Marigold - DivisionalMarigold
Divisional
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
System Of A Down - Steal This Album!System Of A Down
Steal This Album!
Deftones - DeftonesDeftones
Deftones
Deftones - White PonyDeftones
White Pony
Flaw - Through The EyesFlaw
Through The Eyes
Miocene - A Pefect Life With A View Of The SwampMiocene
A Pefect Life With A View Of The Swamp
Amen - WeAmen
We've Come For Your Parents
Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar
AA.VV. - Spawn - The AlbumAA.VV.
Spawn - The Album