Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Svalbard - The Weight Of The Mask (Nuclear Blast)

Ultime recensioni

Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven

Svalbard - The Weight Of The Mask
Autore: Svalbard
Titolo: The Weight Of The Mask
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2023
Produzione: Lewis Johns
Genere: metal / black metal / hardcore

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta The Weight Of The Mask





Incrociai gli Svalbard per la prima volta credendoli parte della scena black metal islandese scoprendo poi di sbagliarmi di grosso: il nome fu preso dalle omonime isole norvegesi mentre loro provengono da Bristol, Inghilterra. Scoprii però una band un po' acerba ma interessante che fin da subito ha accolto le simpatie di parte della scena estrema. Si potrebbero definire il perfetto gruppo copertina da Kerrang: visini carini, influenze che spaziano dall'hardcore più furioso al black metal più sognante. E infatti se cercate su youtube li troverete nel bellissimo formato K! in The Pit.

Dopo tre dischi per la Holy Roar approdano su Nuclear Blast che gli garantirà palchi più prestigiosi e tour più importanti, magari in compagnia di band storiche. E sarà il modo giusto per far maturare i quattro, ancora un po' insicuri nella scrittura di canzoni che suonano più un tributo che una reale necessità. Svalbard suonano bene e fanno il compitino perfettamente ma proprio per questo suonano un po' troppo generici. C'è da dire che il genere in cui si piazzano è abbastanza misero quindi potranno dire la loro una volta trovata la quadra o quelle due o tre canzoni che possano giustificarne l'esistenza. "The Weight Of The Mask" è quindi un buon prodotto per tutti gli amanti del post-hardcore che flirta con il post-black metal (o blackgaze): non sono nè gli Alcest, nè i DeafHeaven, nè i Touchè Amorè ma un tentativo di miscelarli.

Da tenere d'occhio.

[Dale P.]

Canzoni significative: November, Eternal Spirits.


Questa recensione é stata letta 335 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


28/06/2022 Firmano per Nuclear Blast

tAXI dRIVER consiglia

Zeal & Ardor - Zeal & ArdorZeal & Ardor
Zeal & Ardor
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Deathspell Omega - The Long DefeatDeathspell Omega
The Long Defeat
Crawl - DamnedCrawl
Damned
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Liturgy - Origin of the AlimoniesLiturgy
Origin of the Alimonies
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Wiegedood - ThereWiegedood
There's Always Blood At The End Of The Road
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal