´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

V - Unearthly Trance (Relapse)

Ultime recensioni

Appalooza - The Holy Of HoliesAppalooza
The Holy Of Holies
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Tomahawk - Tonic ImmobilityTomahawk
Tonic Immobility
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Eyehategod - A History of Nomadic BehaviorEyehategod
A History of Nomadic Behavior
Really From - Really FromReally From
Really From
Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennan÷h - Longing for BelongingZola Mennan÷h
Longing for Belonging
Molassess - Through The HollowMolassess
Through The Hollow

Unearthly Trance - V
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2010
Produzione: Sanford Parker
Genere: metal / sludge / doom
Scheda autore: Unearthly Trance


Compra Unearthly Trance su Taxi Driver Store


Seguo gli Unearthly Trance dai tempi di "In The Red" e ne ho sempre apprezzato il malessere che sono in grado di trasmettere, uno stato di degrado spirituale acuto e verace e non la plastica posa di chi la depressione se la veste addosso solo per seguire un trend. La loro musica e' marcia come una palude sterminata di cadaveri ed e' un compendio formidabile di doom funereo, sludge e post-core.

Col tempo il diabolico trio di Brooklyn e' pure riuscito ad acquisire una certa propulsione cinetica che negli esordi era del tutto assente, come testimoniano le accelerazioni di "Permanent Ice", "You Get What You Want" e "Dust Will Never Settle", canzoni incluse negli ultimi due tomi della loro carriera. Di ritorno con "V" a due anni da "Electrocution", gli Unearthly Trance fanno pero' un passo indietro, almeno nella forma.

Abbandonate le tentazioni death-metal che cominciavano ad affacciarsi nel recente passato, i nostri tornano alle costruzioni slabbrate e narco(let)tiche di "In The Red" e "Season Of S├ęance, Science Of Silence" con un album che richiede parecchia applicazione per essere decifrato. Lenti e ombrosi, non tradiscono il proprio DNA, anche se la presenza dei Neurosis piu' sulfurei, quelli di "Enemy Of The Sun" e "Through Silver In Blood" (cosa vi ricorda "Adversaries Mask I"?) echeggia spesso e volentieri tra i muri di suono eretti da Ryan Lipynsky e soci.

Le consuete colate di catrame non vengono lesinate e "V" ha al suo interno un bouquet di brani di ottima fattura come "Unveiled", "The Horsemen Arrive In The Night", "Into A Chasm", "Sleeping While They Feast", l'agonia di "Submerged Metropolis", ma in tutto cio' non riesce ad infliggere il colpo di grazia. Le architetture di molte composizioni sono cervellotiche e complesse, c'e' un'ulteriore e piu' matura ricerca delle timbriche, ma quel guizzo brutale che in passato mi ha lasciato tramortito sulla sedia non sono riuscito ad intercettarlo.

Sara' forse che "V" e' anche un tantino piu' lungo del dovuto, magari sintetizzando la tracklist con un paio di tracce in meno il risultato globale avrebbe assunto un impatto diverso. Fatto sta che parecchi forse dissentiranno col parere del sottoscritto, ma temo che, nonostante la consueta classe degli Unearthly Trance, questo sia fino ad oggi il capitolo piu' debole della loro invidiabile carriera.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: Unveiled, Into A Chasm, The Horsemen Arrive In The Night, Adversaries Mask I.

Questa recensione Ú stata letta 2233 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution
Unearthly Trance - The TridentUnearthly Trance
The Trident

NEWS


06/07/2012 Sciolti

tAXI dRIVER consiglia

Floor - DoveFloor
Dove
Superjoint Ritual - Use Once & DestroySuperjoint Ritual
Use Once & Destroy
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
Rwake - RestRwake
Rest
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under