Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Death Cult - Völur (Prophecy)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

Völur - Death Cult
Voto:
Produzione:
Originalitŕ:
Tecnica:

Etichetta: Prophecy
Anno: 2020
Produzione:
Genere: metal / doom / folk
Scheda autore: Völur



Il doom č un genere che non ha bisogno di innovazioni perň quando ci sono male non fa. Völur dal Canada sono decisamente interessanti proprio perchč prendono i classici clichč del genere (lentezza, oppressione, ripetizione) e li spoglia della chitarra. Giŕ ci sono gli OM, direte voi, vero. Perň i Völur sono in tre e aggiungono un violino. Il suono si fa pieno e si riempie di stravaganti influenze. In primis la ritmica non disdegna qualche blastata black metal e ritmi piů elevati, secondariamente il violino riesce ad essere sia ripetitvo sia virtuoso, con deragliamenti nella musica classica e folk.

Völur non sono dei dilettanti. Lucas Gadke č il bassista dei Blood Ceremony e la violinista Laura Bates suonava nei folk Trent Severn e ha collaborato con Aidan Baker. In precedenza alla batteria trovavamo James Payment batterista dei Do Make Say Think (giro Constellation) sostituito per questo disco da Justin Ruppel. Insieme sono coesi e mostrano una visione di insieme piuttosto interessante riassumibile in heavy-doom-folk.

Un prodotto per certi versi estremo, non completamente a fuoco ma ricco di intuizioni e idee particolari. Senza dubbio da tenere d'occhio.

[Dale P.]

Canzoni significative: Inviolate Grove, Freyjan Death Cult.


Questa recensione é stata letta 60 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Yob - AtmaYob
Atma
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Cough - Ritual AbuseCough
Ritual Abuse
The DevilThe Devil's Blood
The Thousandfold Epicentre
Esoteric - Paragon Of DissonanceEsoteric
Paragon Of Dissonance
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity