Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Völur - Death Cult (Prophecy)

Ultime recensioni

Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture

Völur - Death Cult
Autore: Völur
Titolo: Death Cult
Etichetta: Prophecy
Anno: 2020
Produzione:
Genere: metal / doom / folk

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Il doom è un genere che non ha bisogno di innovazioni però quando ci sono male non fa. Völur dal Canada sono decisamente interessanti proprio perchè prendono i classici clichè del genere (lentezza, oppressione, ripetizione) e li spoglia della chitarra. Già ci sono gli OM, direte voi, vero. Però i Völur sono in tre e aggiungono un violino. Il suono si fa pieno e si riempie di stravaganti influenze. In primis la ritmica non disdegna qualche blastata black metal e ritmi più elevati, secondariamente il violino riesce ad essere sia ripetitvo sia virtuoso, con deragliamenti nella musica classica e folk.

Völur non sono dei dilettanti. Lucas Gadke è il bassista dei Blood Ceremony e la violinista Laura Bates suonava nei folk Trent Severn e ha collaborato con Aidan Baker. In precedenza alla batteria trovavamo James Payment batterista dei Do Make Say Think (giro Constellation) sostituito per questo disco da Justin Ruppel. Insieme sono coesi e mostrano una visione di insieme piuttosto interessante riassumibile in heavy-doom-folk.

Un prodotto per certi versi estremo, non completamente a fuoco ma ricco di intuizioni e idee particolari. Senza dubbio da tenere d'occhio.

[Dale P.]

Canzoni significative: Inviolate Grove, Freyjan Death Cult.


Questa recensione é stata letta 405 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Yob - AtmaYob
Atma
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Acid King - Beyond VisionAcid King
Beyond Vision
MSW - ObliviosusMSW
Obliviosus
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
The DevilThe Devil's Blood
The Thousandfold Epicentre
Domkraft - SeedsDomkraft
Seeds