Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

meth. - Shame (Prosthetic)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

meth. - Shame
Autore: meth.
Titolo: Shame
Etichetta: Prosthetic
Anno: 2024
Produzione: Colin Marston
Genere: punk / post-hardcore / noise

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Shame





I Meth (lo scrivo così ma è meth.) arrivano da Chicago e in foto li vediamo belli sorridenti con un fiore in mano. Questo è il loro secondo disco che segue di cinque anni l'ottimo "Mother Of Red Light", pubblicato sempre da Prosthetic. Così su due piedi potremmo pensare che siano il classico gruppo metalcore moderno. E, invece, Shame parte con dei bordoni di chitarra cupi e ribassati che mettono in chiaro che la band è qui per fare male. Molto male. Lo so che è un paragone fastidioso ma dal dolore che sono in grado di sprigionare mi vengono in mente i Daughters, soprattutto per il loro scavare nei meandri della psiche cercando il disagio più vero. Musicalmente però siamo in una tundra: ghiaccio, muschi e nessuna vegetazione definibile tale. Cosa voglio dire? Che l'ascolto di "Shame" non lascia spiragli di benessere. Come nella tundra che è sempre sottozero ed è quindi totalmente inospitale anche l'ascolto del disco è fastidioso, senza uno spiraglio melodico, un timbro piacevole, un ritmo memorabile. Meth ti avvolge con la sua violenza e la sua paranoia nel tentativo di esorcizzare disagio e fastidio.

Riff ribassatissimi, batteria devastante suonato in un genere modello a loro piacimento a cavallo fra post-hardcore, post-metal, black metal e noise. Un disco necessario per loro e per chi è in grado di sopravvivere in una tundra.

[Dale P.]

Canzoni significative: Cruelty, Shame.


Questa recensione é stata letta 307 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Meth. - Mother Of Red LightMeth.
Mother Of Red Light

tAXI dRIVER consiglia

Gerda - Cosa Dico Quando Non ParloGerda
Cosa Dico Quando Non Parlo
Quicksand - Distant PopulationsQuicksand
Distant Populations
Dillinger Escape Plan - Under The Running BoardDillinger Escape Plan
Under The Running Board
Laghetto - /Magazine Du Kakao - SplitLaghetto
/Magazine Du Kakao - Split
Blood Brothers - Burn Piano Island BurnBlood Brothers
Burn Piano Island Burn
Barrato - Barrato
'mmerecano Siupesciò
Hurt Process - Drive By MonologueHurt Process
Drive By Monologue
Cassilis - My ColoursCassilis
My Colours
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here