Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Besvärjelsen - Atlas (Magnetic Eye)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Besvärjelsen - Atlas
Autore: Besvärjelsen
Titolo: Atlas
Etichetta: Magnetic Eye
Anno: 2022
Produzione:
Genere: rock / stoner / alternative

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Atlas





Spero non ci sia bisogno di ricordare quanto la Svezia sia seconda solo agli Stati Uniti come quantità di band stoner e retro rock. Dai tempi dei Dozer di strada ne è stata fatta tanta e ormai band ed etichette hanno creato una bella serie di ottimi prodotti. Proprio la sezione ritmica dei Dozer è parte dei Besvärjelsen, band che vede come tratto distintivo la voce della graziosa e allo stesso tempo grintosa Lea Amling Alazam.

"Atlas" è il loro terzo disco e sarà apprezzato da coloro che amano il rock/heavy alternativo. Lo stoner è infatti presente più visivamente che negli arrangiamenti, giusto qualche sentore nei riff lenti ma che hanno più le caratteristiche delle ballad grunge ("Paradise") che di evocazioni sciamaniche. Inutile dire che "Atlas" mi piace proprio per questo: è un bel disco rock, suonato decentemente e con una voce particolare in primo piano che sa tirare fuori delle belle linee che dopo un paio di ascolti rimarranno piacevolmente impresse. Il timbro di Lea non è mai esagerato e anzi è molto brava nello smarcarsi dal classico clichè evocativo e non si perde in inutili ghirigori virtuosi.

Probabilmente ne potrete fare a meno ma sarebbe un peccato. Se amate il rock senza fronzoli dategli più di una possibilità.

[Dale P.]

Canzoni significative: Digerliden, Clouds.


Questa recensione é stata letta 566 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Besvärjelsen - FrostBesvärjelsen
Frost

tAXI dRIVER consiglia

Masters Of Reality - FlikMasters Of Reality
Flik'n'Flight
Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Dozer - Beyond ColossalDozer
Beyond Colossal
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Gea - RuggineGea
Ruggine
Motorpsycho - BarracudaMotorpsycho
Barracuda
Queens Of The Stone Age - Feel Good Hit Of The SummerQueens Of The Stone Age
Feel Good Hit Of The Summer
Alix - GroundAlix
Ground
Naam - NaamNaam
Naam
Desert Sessions - Vol 9 - 10Desert Sessions
Vol 9 - 10