Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Besvärjelsen - Frost (Blues Funeral)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Besvärjelsen - Frost
Autore: Besvärjelsen
Titolo: Frost
Etichetta: Blues Funeral
Anno: 2019
Produzione: Andreas Bajer
Genere: rock / stoner / alternative

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Gli Svedesi Besvärjelsen sono una stoner rock band formata da membri di Dozer, Greenleaf, Afgrund, Lastkaj e V. However. Il loro primo album "Vallmo" è rimasto nei circuiti locali mentre il nuovo "Frost", merito del buon lavoro della Blues Funeral Recordings, sta ottenendo un po' più di attenzione.

Meritatamente perchè il loro sound pur non essendo niente di originale ricorda le band madri, soprattutto Greenleaf e Dozer. Riff rocciosi, andamento mammuth, un pizzico di metal e un spruzzata di grunge alla Soundgarden. In questo caso la differenza sostanziale è per la presenza della brava Lea Amling Alazam alla voce, che pur non avendo un'ugola potente gioca saggiamente su un registro basso e ammaliante nello stile di band come Jex Thoth e Sabbath Assembly. Belle linee vocali, ottimi riff e nell'insieme un ottimo prodotto. Purtroppo dura poco meno di 30 minuti, un po' poco per premiarli con quattro stelle.

[Dale P.]

Canzoni significative: In The Dark, All Things Break.


Questa recensione é stata letta 525 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas

tAXI dRIVER consiglia

Brant Bjork - JacoozziBrant Bjork
Jacoozzi
Om - God Is GoodOm
God Is Good
Mondo Generator - Cocaine RodeoMondo Generator
Cocaine Rodeo
Zippo - MaktubZippo
Maktub
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Danava - Hemisphere Of ShadowsDanava
Hemisphere Of Shadows
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
Kyuss - Blues For The Red SunKyuss
Blues For The Red Sun