´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Jucifer - L'Autrichienne (Relapse)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Jucifer - L'Autrichienne
Autore: Jucifer
Titolo: L'Autrichienne
Etichetta: Relapse
Anno: 2008
Produzione: Andy Baker
Genere: metal / sludge / alternative

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Compra Jucifer su Taxi Driver Store


Mettete insieme un batterista con la mano pesante e una spogliarellista con una decina di casse (di ogni marca e tipo), una chitarra e una voce uscita dagli anni 90. Aggiungetevi una grande devozione verso i Melvins, un contratto con Relapse e questo doppio album (doppio nel senso che dura quanto due LP) che suona quasi come un bignami della musica alternativa degli ultimi 15 anni.

Aria di Nirvana, riff ribassati, Babes In Toyland, un po' di doom psichedelico e una sensazione di scazzo diffusa. Qualcosa vicino al capolavoro ma altrettanto vicina all'indigeribilitÓ, data la lunghezza e la sensazione di soffocante morbositÓ diffusa ovunque.

Per certi versi orecchiabile, per molti impreciso e indefinito Ŕ la solita via di mezzo fra estremo e orecchiabile che fa la gioia di pochi. Ma buoni.

I fan degli anni 90 sbaveranno. Gli indie-kids, ma anche solo i fan della Relapse se ne tengano alla larga.

Totalmente ininfluente, ma affascinante, il fatto che il disco sia un concept sulla rivoluzione francese.

[Dale P.]

Canzoni significative: Armada, Procession A La Guillotine.


Questa recensione Ú stata letta 3117 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Jucifer - If Thine Enemy HungerJucifer
If Thine Enemy Hunger

NEWS


08/09/2014 Video Delle Prove
14/07/2013 Annunciano Il Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Ufomammut - Opus AlterUfomammut
Opus Alter
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Superjoint Ritual - Use Once & DestroySuperjoint Ritual
Use Once & Destroy
Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Mizmor - & Thou - MyopiaMizmor
& Thou - Myopia
Floor - DoveFloor
Dove