Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Nino Buonocore - Libero Passeggero (La Canzonetta)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Nino Buonocore - Libero Passeggero
Autore: Nino Buonocore
Titolo: Libero Passeggero
Etichetta: La Canzonetta
Anno: 2004
Produzione:
Genere: pop / jazz /

Voto:



Nino Buonocore lo conosciamo soprattutto per la sua partecipazione a qualche edizione del festival di Sanremo, e ricordiamo le sue canzoni più famose, “Rosanna” e “Scrivimi”. Canzoni dolci, melodiche e raffinate. Forse troppo melodiche per consentire a Buonocore di entrare nell’elite della canzone d’autore più titolata, forse troppo raffinate per sfondare davvero presso il grande pubblico. Ascoltando questo nuovo album (uscito nel 2004, e quindi lo stiamo recensendo con colpevole ritardo) ci si rende conto che, pur continuando per la sua strada, cioè senza stravolgere il suo modo di scrivere canzoni, Buonocore ha trovato una “terza via” tra la forma più cantautorale e la canzone melodica commerciale: il jazz, o meglio arrangiamenti in chiave jazz. Non sempre il trucco funziona, non bastano alcuni interventi realizzati in studio da musicisti tecnicamente ineccepibili per trasformare una canzone in una bella canzone, dato che spesso il prodotto finale risulta artificioso. Ma qui il risultato è davvero buono. Gli intenti sono dichiarati da subito, dato che il gruppo si presenta come “Nino Buonocore Sextet”, e vengono mantenuti anche nel contenuto. Diciotto canzoni, nove inedite e nove riarrangiate dalla band. Belli gli arrangiamenti delle canzoni vecchie, forse ancor più belle le canzoni nuove, a testimonianza di una vena creativa ancora intatta, che anzi trova nuovi stimoli grazie al supporto del gruppo che l’accompagna.

[Hectorito]

Canzoni significative: Sabbia, E Se Qualcuno Domani.

Questa recensione é stata letta 4985 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Nino Buonocore - Libero PasseggeroNino Buonocore
Libero Passeggero