´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Zola Jesus - Arkhon (Sacred Bones)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Zola Jesus - Arkhon
Autore: Zola Jesus
Titolo: Arkhon
Etichetta: Sacred Bones
Anno: 2022
Produzione: Randall Dunn
Genere: pop / elettronica / dark

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Arkhon





Sono anni che Zola Jesus viene criticata da sedicenti esperti per le sue innumerevoli svolte pop. Svolte che avvengono ad ogni sua uscita discografica segno che probabilmente non hanno mai ascoltato con attenzione i dischi precedenti, tutti decisamente pop. Il punto fondamentale Ŕ che Zola Jesus Ŕ tutt'altro che una musicista "che ci prova ma non ci riesce" ma una artigiana che gioca su pi¨ livelli compositivi.

Nika Roza Danilova Ŕ un'artista intelligentissima, mai banale, con una gran voce e un bel timbro e sa accompagnarsi dai giusti collaboratori. In questo "Arkhon", il sesto disco se non sbaglio ma nel conto bisognerebbe includere mini, remix, live, tutti notevoli, si avvale del talento produttivo di Randall Dunn (Sunn O))), Anna Von Hausswolff giusto per citarne due) e percussivo di Matt Chamberlain (Satchel, Fiona Apple, Tori Amos e decine di altri).

"Arkhon" fronteggia la popolaritÓ e il business musicale attraverso canzoni pop che non andranno mai in classifica, che farebbero gola a Bjork o FKA Twigs ma che rimarranno un culto per gli adepti della musica oscura sperimentale. Non il suo capolavoro ma un potente documento che testimonia la sua vitalitÓ e curiositÓ, la voglia di mettersi in gioco e di non cadere nelle trappole della musica streaming da una botta e via.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Fall, Sewn, Desire.


Questa recensione Ú stata letta 401 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Zola Jesus - VersionsZola Jesus
Versions

NEWS


23/03/2022 Annuncia "Arkhon"
29/09/2014 Taiga in Streaming
05/10/2011 Il Videoclip di Vessel
22/09/2011 Streaming del Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Zola Jesus - ArkhonZola Jesus
Arkhon