Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

We've Come For Your Parents - Amen (Virgin)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Ral RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Ral Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Amen - We've Come For Your Parents
Voto:
Etichetta: Virgin
Anno: 2000
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / punk
Scheda autore: Amen



L'inizio del disco non salva nessuno. "Ok Killer" (o nella versione non censurata "Calvein Klein's Killer") abbina un riff killer (scusate il gioco di parole) con una voce incazzata e una batteria scatenata. Si continua sullo stesso ritmo con "Refuse Amen" ricordando nella voce il grande Jello Briafra. C' un sacco di rabbia in questo disco, ma tanta. Se non lo ascoltate non la immaginate neanche. Forse tutta questa rabbia rischia di sbrodolarsi addosso, arrivando alla fine che l'ascoltatore non chiede di certo il bis (a meno che non sia abituato a tempi hardcore e a zero melodia). Il genere che suonano gli Amen? Punk del duemila, o metal con attitudine punk. Che in fondo la stessa cosa. Sicuramente originali, come attitudine casinista e distruttiva ricordano gli Slipknot (e i live promettono di essere interessanti come i loro), nella voce ricordano i Dead Kennedys, e nella volont di distruggere tutto e tutti c' qualche cosa dei SexPistols. E' un disco che tutti dovrebbero ascoltare. Per rendersi conto che posto di merda dove viviamo, che tutto va da schifo e che comunque i nostri incidono per la Virgin (dopo l'esordio con la RoadRunner) e che quindi il prossimo disco sar certamente pi tranquillo.

Grossi premi a chi invita la citazione del titolo (se non lo sapete andate a ripassarvi un po' di storia della musica e smettete di ascoltare quello che stavate ascoltando...non ne siete degni).

[Dale P.]

Canzoni significative: Ok Killer, Under The Robe.


Questa recensione stata letta 3457 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


04/07/2007 Ristampa Dell'Esordio Omonimo
19/05/2005 Date Europee con Tappe Italiane
05/12/2004 Casey Chaos Boxset

tAXI dRIVER consiglia

Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Papa Roach - InfestPapa Roach
Infest
Deftones - B-side And RaritiesDeftones
B-side And Rarities
Mudvayne - The End Of All Things To ComeMudvayne
The End Of All Things To Come
Flaw - Through The EyesFlaw
Through The Eyes
Korn - Life Is PeachyKorn
Life Is Peachy
Deftones - AdrenalineDeftones
Adrenaline
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Marigold - DivisionalMarigold
Divisional