´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Amen - We've Come For Your Parents (Virgin)

Ultime recensioni

Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising

Amen - We've Come For Your Parents
Autore: Amen
Titolo: We've Come For Your Parents
Etichetta: Virgin
Anno: 2000
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / punk

Voto:



L'inizio del disco non salva nessuno. "Ok Killer" (o nella versione non censurata "Calvein Klein's Killer") abbina un riff killer (scusate il gioco di parole) con una voce incazzata e una batteria scatenata. Si continua sullo stesso ritmo con "Refuse Amen" ricordando nella voce il grande Jello Briafra. C'Ŕ un sacco di rabbia in questo disco, ma tanta. Se non lo ascoltate non la immaginate neanche. Forse tutta questa rabbia rischia di sbrodolarsi addosso, arrivando alla fine che l'ascoltatore non chiede di certo il bis (a meno che non sia abituato a tempi hardcore e a zero melodia). Il genere che suonano gli Amen? Punk del duemila, o metal con attitudine punk. Che in fondo Ŕ la stessa cosa. Sicuramente originali, come attitudine casinista e distruttiva ricordano gli Slipknot (e i live promettono di essere interessanti come i loro), nella voce ricordano i Dead Kennedys, e nella volontÓ di distruggere tutto e tutti c'Ŕ qualche cosa dei SexPistols. E' un disco che tutti dovrebbero ascoltare. Per rendersi conto che posto di merda Ŕ dove viviamo, che tutto va da schifo e che comunque i nostri incidono per la Virgin (dopo l'esordio con la RoadRunner) e che quindi il prossimo disco sarÓ certamente pi¨ tranquillo.

Grossi premi a chi invita la citazione del titolo (se non lo sapete andate a ripassarvi un po' di storia della musica e smettete di ascoltare quello che stavate ascoltando...non ne siete degni).

[Dale P.]

Canzoni significative: Ok Killer, Under The Robe.


Questa recensione Ú stata letta 3642 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

21/10/2022NijmegenSoulcrusher Festival

NEWS


04/07/2007 Ristampa Dell'Esordio Omonimo
19/05/2005 Date Europee con Tappe Italiane
05/12/2004 Casey Chaos Boxset

tAXI dRIVER consiglia

Puya - UnionPuya
Union
Guilty Method - TouchGuilty Method
Touch
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
Marigold - DivisionalMarigold
Divisional
System Of A Down - ToxicitySystem Of A Down
Toxicity
Spineshank - The Height Of CallousnessSpineshank
The Height Of Callousness
 Unsifted
Unsifted
Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Otep - Sevas TraOtep
Sevas Tra