Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

We've Come For Your Parents - Amen (Virgin)

Ultime recensioni

Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
OnsÚgen Ensemble - FearOnsÚgen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons

Amen - We've Come For Your Parents
Voto:
Etichetta: Virgin
Anno: 2000
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / punk
Scheda autore: Amen



L'inizio del disco non salva nessuno. "Ok Killer" (o nella versione non censurata "Calvein Klein's Killer") abbina un riff killer (scusate il gioco di parole) con una voce incazzata e una batteria scatenata. Si continua sullo stesso ritmo con "Refuse Amen" ricordando nella voce il grande Jello Briafra. C'Ŕ un sacco di rabbia in questo disco, ma tanta. Se non lo ascoltate non la immaginate neanche. Forse tutta questa rabbia rischia di sbrodolarsi addosso, arrivando alla fine che l'ascoltatore non chiede di certo il bis (a meno che non sia abituato a tempi hardcore e a zero melodia). Il genere che suonano gli Amen? Punk del duemila, o metal con attitudine punk. Che in fondo Ŕ la stessa cosa. Sicuramente originali, come attitudine casinista e distruttiva ricordano gli Slipknot (e i live promettono di essere interessanti come i loro), nella voce ricordano i Dead Kennedys, e nella volontÓ di distruggere tutto e tutti c'Ŕ qualche cosa dei SexPistols. E' un disco che tutti dovrebbero ascoltare. Per rendersi conto che posto di merda Ŕ dove viviamo, che tutto va da schifo e che comunque i nostri incidono per la Virgin (dopo l'esordio con la RoadRunner) e che quindi il prossimo disco sarÓ certamente pi¨ tranquillo.

Grossi premi a chi invita la citazione del titolo (se non lo sapete andate a ripassarvi un po' di storia della musica e smettete di ascoltare quello che stavate ascoltando...non ne siete degni).

[Dale P.]

Canzoni significative: Ok Killer, Under The Robe.


Questa recensione Ú stata letta 3480 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


04/07/2007 Ristampa Dell'Esordio Omonimo
19/05/2005 Date Europee con Tappe Italiane
05/12/2004 Casey Chaos Boxset

tAXI dRIVER consiglia

Deftones - Around The FurDeftones
Around The Fur
 None Of Us
Twice Again
Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.
Mudvayne - The End Of All Things To ComeMudvayne
The End Of All Things To Come
 Unsifted
Unsifted
AA.VV. - Spawn - The AlbumAA.VV.
Spawn - The Album
Puya - UnionPuya
Union
Disturbed - BelieveDisturbed
Believe
Mad Capsule Markets - Osc DisMad Capsule Markets
Osc Dis
Mad Capsule Markets - 1997 - 2004Mad Capsule Markets
1997 - 2004