Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Amen - We've Come For Your Parents (Virgin)

Ultime recensioni

Stew - TasteStew
Taste
Fu Manchu - A Look Back Dogtown & Z-BoysFu Manchu
A Look Back Dogtown & Z-Boys
AA.VV. -  - A Tribute To  PaonAA.VV.
- A Tribute To Paon
Endless Boogie - AdmonitionsEndless Boogie
Admonitions
Cerce - Cowboy MusicCerce
Cowboy Music
Sugar Horse - The Live Long AfterSugar Horse
The Live Long After
Bad Waitress - No TasteBad Waitress
No Taste
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Nolan Potter - Music Is DeadNolan Potter
Music Is Dead
Illuminati Hotties - Let Me Do One More TimeIlluminati Hotties
Let Me Do One More Time
A.A. Williams - Arco EPA.A. Williams
Arco EP
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid
King Buffalo - AcheronKing Buffalo
Acheron
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Moin - Moot!Moin
Moot!
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Kaatayra - InpariquipKaatayra
Inpariquip
Indigo Raven - Looking for TranscendenceIndigo Raven
Looking for Transcendence
Elder - & Kadavar - EldovarElder
& Kadavar - Eldovar
Pan Daijing - JadePan Daijing
Jade

Amen - We've Come For Your Parents
Autore: Amen
Titolo: We've Come For Your Parents
Etichetta: Virgin
Anno: 2000
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / punk

Voto:



L'inizio del disco non salva nessuno. "Ok Killer" (o nella versione non censurata "Calvein Klein's Killer") abbina un riff killer (scusate il gioco di parole) con una voce incazzata e una batteria scatenata. Si continua sullo stesso ritmo con "Refuse Amen" ricordando nella voce il grande Jello Briafra. C' un sacco di rabbia in questo disco, ma tanta. Se non lo ascoltate non la immaginate neanche. Forse tutta questa rabbia rischia di sbrodolarsi addosso, arrivando alla fine che l'ascoltatore non chiede di certo il bis (a meno che non sia abituato a tempi hardcore e a zero melodia). Il genere che suonano gli Amen? Punk del duemila, o metal con attitudine punk. Che in fondo la stessa cosa. Sicuramente originali, come attitudine casinista e distruttiva ricordano gli Slipknot (e i live promettono di essere interessanti come i loro), nella voce ricordano i Dead Kennedys, e nella volont di distruggere tutto e tutti c' qualche cosa dei SexPistols. E' un disco che tutti dovrebbero ascoltare. Per rendersi conto che posto di merda dove viviamo, che tutto va da schifo e che comunque i nostri incidono per la Virgin (dopo l'esordio con la RoadRunner) e che quindi il prossimo disco sar certamente pi tranquillo.

Grossi premi a chi invita la citazione del titolo (se non lo sapete andate a ripassarvi un po' di storia della musica e smettete di ascoltare quello che stavate ascoltando...non ne siete degni).

[Dale P.]

Canzoni significative: Ok Killer, Under The Robe.


Questa recensione stata letta 3568 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


04/07/2007 Ristampa Dell'Esordio Omonimo
19/05/2005 Date Europee con Tappe Italiane
05/12/2004 Casey Chaos Boxset

tAXI dRIVER consiglia

Marigold - DivisionalMarigold
Divisional
Papa Roach - InfestPapa Roach
Infest
Guilty Method - TouchGuilty Method
Touch
Mad Capsule Markets - Osc DisMad Capsule Markets
Osc Dis
Puya - UnionPuya
Union
 Madhouse
Pig!
Korn - KornKorn
Korn
Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage
Incubus - Enjoy Incubus EPIncubus
Enjoy Incubus EP
Deftones - Around The FurDeftones
Around The Fur