Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Medulla - Bjork (One Little Indian)

Ultime recensioni

Shiner - SchadenfreudeShiner
Schadenfreude
BleakHeart - DreamGreaverBleakHeart
DreamGreaver
Mizmor - & Andrew Black - DialethiaMizmor
& Andrew Black - Dialethia
Dark Buddha Rising - MathreyataDark Buddha Rising
Mathreyata
Liturgy - Origin of the AlimoniesLiturgy
Origin of the Alimonies
Eternal Champion - Ravening IronEternal Champion
Ravening Iron
Thou - Emma Ruth Rundle - May Our Chambers Be FullThou
Emma Ruth Rundle - May Our Chambers Be Full
Golem Mecanique - Nona, Decima Et MortaGolem Mecanique
Nona, Decima Et Morta
Mr Bungle - The Raging Wrath Of The Easter Bunny DemoMr Bungle
The Raging Wrath Of The Easter Bunny Demo
Stabbing Westward - Hallowed HymnsStabbing Westward
Hallowed Hymns
AA.VV. - Dirt ReduxAA.VV.
Dirt Redux
Fuzz - IIIFuzz
III
Porridge Radio - Every BadPorridge Radio
Every Bad
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly

Bjork - Medulla
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: indie / elettronica /
Scheda autore: Bjork



Sembrava impossibile che Bjork potesse fare un altro passo in avanti. Sono pochi gli artisti che ad ogni album stupiscono e spiazzano. Con Medulla, il piccolo folletto islandese riuscito a portare l'avanguardia nel pop. O, diversamente, riuscita a rendere pop l'avanguardia.

Il sesto disco (contando un po' a caso a dire il vero) di Bjork costruito interamente da voci. Non pensiate che sia un disco spoglio -magari cantato "a cappella"- ma provate ad immaginare di sostituire archi, beat, basso e tutti i tradizionali strumenti e suoni presenti nei dischi con le voci. Sicuramente vi siete fatti una cattiva idea, pensando a cori alpini, tradizionali e simili.

Il risultato , invece, il classico uovo di Colombo. Ascoltare "Vokuro": classica hyper-ballad nello stile dell'artista. L'effetto avanguardistico racchiuso nei particolari. Sentire il suono del battito dei denti o della lingua, le imprecisioni che diventano musica. Oppure ascoltare il plagio-omaggio-evoluzione di Demetrio Stratos in Oll Birtan, talmente simile all'originale che impossibile pensare che non le sia capitato di ascoltare l'ex Area. Magari Mike Patton (ospite in due brani) glielo ha consigliato per trovare spunti ed idee.

Medulla risulta quindi un disco splendido nelle idee e negli spunti, un pochino meno ispirato nello sviluppo delle canzoni e pu risultare stremante per la sua natura di album "vocale". Ma da comprare a scatola chiusa anche solo per premiare la scelta coraggiosa.

[Dale P.]

Canzoni significative: Oceania, Vokuro, Where Is The Line.

Questa recensione stata letta 3028 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Bjork - VespertineBjork
Vespertine

NEWS


06/06/2011 Preview di Crystalline
14/01/2005 Pubblica i RMX dei fan

tAXI dRIVER consiglia

Mm - Finally We Are No OneMm
Finally We Are No One
Bjork - MedullaBjork
Medulla
Lali Puna - Scary World TheoryLali Puna
Scary World Theory
Radiohead - Kid ARadiohead
Kid A
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Bjork - VespertineBjork
Vespertine
Radiohead - AmnesiacRadiohead
Amnesiac