Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Chubby And The Gang - The Mutt's Nuts (Partisan)

Ultime recensioni

Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Gateways to Resplendence - Abhorrent ExpanseGateways to Resplendence
Abhorrent Expanse
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null
Gloria de Oliveira -  & Dean Hurley - Oceans Of TimeGloria de Oliveira
& Dean Hurley - Oceans Of Time
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh

Chubby And The Gang - The Mutt's Nuts
Autore: Chubby And The Gang
Titolo: The Mutt's Nuts
Etichetta: Partisan
Anno: 2021
Produzione:
Genere: punk / rock / hardcore

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta The Mutt's Nuts





Quando scoprii Chubby And The Gang erano una band visivamente orrenda. C'era un chitarrista "chubby", una bassista rasata, un cantante che sembrava aver passato la propria vita all'interno di un pub, e un altro paio di brutti ceffi. E il disco d'esordio, come avevo predetto, conquistò legioni di punk attratti da questa strana proposta punk proletaria.

Dopo un paio di anni rivedo la band e non la riconosco: sono tutti diventati più o meno belli (nei loro limiti), ripuliti e ammiccanti. Il peggio è che le canzoni proposte nei singoli d'anticipazione mi sembravano molto meno interessanti, soprattutto la pop "I Hate The Radio", che mostra per bene il limite principale della band: il cantante è tremendo. Problema che viene ovviato nei pezzi veloci e in una proposta che fa della grinta il punto focale. Charlie Manning Walker è un Lemmy con ancora meno voce. E ovviamente la gang non sono i Motorhead.

Detto ciò potrebbe sembrare un disco orrendo e per certi versi lo è ma è un orrendo che fa parte della natura del gruppo e della proposta. "The Mutt's Nuts" è un disco per punk che amano la birra, la semplicità e la sporcizia. Un disco per chi non gliene frega niente delle melodie, dell'intonazione e della qualità standard di una canzone. Qui dentro c'è il cuore e poco cervello. E se i Chubby si sono ripuliti visivamente sono ancora trincerati dietro un muro che separa i buoni dai cattivi. Decidete voi se stare dentro o fuori.

[Dale P.]

Canzoni significative: Life On The Bayou, It's Me Who'll Pay.


Questa recensione é stata letta 240 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills

tAXI dRIVER consiglia

Rancid - RancidRancid
Rancid
Distillers, The - The DistillersDistillers, The
The Distillers
Stooges, The - FunhouseStooges, The
Funhouse
Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills
Stooges, The - Raw PowerStooges, The
Raw Power
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Clash - London CallingClash
London Calling
Donnas - Turn 21Donnas
Turn 21
Deadwalk, The - Super Boring MusicDeadwalk, The
Super Boring Music