´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Coliseum - House With A Curse (Temporary Residence)

Ultime recensioni

Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons
Baroness - StoneBaroness
Stone
Benefits - NailsBenefits
Nails
Sprain - The Lamb As EffigySprain
The Lamb As Effigy
Blut Aus Nord - Disharmonium - NahabBlut Aus Nord
Disharmonium - Nahab
Be Your Own Pet - MommyBe Your Own Pet
Mommy
Crawl - DamnedCrawl
Damned
The Armed - Perfect SaviorsThe Armed
Perfect Saviors
Home Front - Games of PowerHome Front
Games of Power
Mizmor - ProsaicMizmor
Prosaic
Spotlights - Alchemy For The DeadsSpotlights
Alchemy For The Deads
Mutoid Man - MutantsMutoid Man
Mutants
 AA.VV. - Superunknown Redux AA.VV.
Superunknown Redux
Somnuri - DesideriumSomnuri
Desiderium
Godflesh - PurgeGodflesh
Purge
Hasard - MalivoreHasard
Malivore
Khanate - To Be CruelKhanate
To Be Cruel
Divide And Dissolve - SystemicDivide And Dissolve
Systemic

Coliseum - House With A Curse
Titolo: House With A Curse
Etichetta: Temporary Residence
Anno: 2010
Produzione: J Robbins
Genere: rock / alternative / hardcore

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




I Coliseum sono una band che dalle nostre parti non ha ancora raggiunto un benche' minimo grado di notorieta'. Attivi dal 2003 raggiungono con questo "House With A Curse" il terzo album e il primo per Temporary Residence, hanno già affrontato svariati tour negli States, Europa, Australia, Giappone affiancati da band di primo piano come Baroness, High On Fire, COnverge, Torche, Mono, Napalm Death, Integrity.

"House With A Curse" e' un buon disco di post-hardcore anni 90 screziato da massiccie dosi di alternative rock, come dei Quicksand un po' piu' metallici (ma non metallari) o una Rollins Band piu' grezza (notevolmente piu' grezza). Cori anthemici, ma non troppo, parliamo piu' di ritornelli corali d'impatto. Chitarre "aperte" e mai serrate con un vago retrogusto di basimento stoner, batteria rock and roll e voce strafottente.

Produzione di J Robbins dei Jawbox, cori di Bonnie Prince Billy, violencello di Peter Searcy dei leggendari Squirrel Bait, e qualche intervento vocale di Jason Noble dei Rachel's e Rodan. E se non si era capito vengono da Luisville.

Un disco onesto, che potete amare o trovare inutile. Ma un'ascoltata la merita..

[Dale P.]

Canzoni significative: Blind In One Eye, Cloaked In Red.

Questa recensione Ú stata letta 2468 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Henrick Palm - Poverty MetalHenrick Palm
Poverty Metal
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Giorgio Canali - Giorgio Canali & RossofuocoGiorgio Canali
Giorgio Canali & Rossofuoco
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain
Rollins Band - Get Some Go AgainRollins Band
Get Some Go Again
Santo Niente - Il Fiore DellSanto Niente
Il Fiore Dell'Agave
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Danko Jones - We Sweat BloodDanko Jones
We Sweat Blood
Meat Puppets - Golden LiesMeat Puppets
Golden Lies