´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Come To Grief - When The World Dies (Translation Loss)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Come To Grief - When The World Dies
Titolo: When The World Dies
Etichetta: Translation Loss
Anno: 2022
Produzione: Kurt Ballou
Genere: metal / sludge / doom

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta When The World Dies





Grief sono tra i nomi fondamentali della prima ondata sludge, contemporanei di Eyehategod e Crowbar. Dopo aver pubblicato 5 dischi putrescenti si sono sciolti nel 2001. Si sono riuniti nel 2005 ma a parte un paio di nuove canzoni non Ŕ scattata la scintilla per rimettere il progetto in moto a tempo pieno. Nel 2017 Chuck Conlon (batteria) e Terry Savastano (chitarra) hanno deciso che era tempo di riportare in giro il sound malefico della band e hanno iniziato a farsi chiamare "Come To Grief". Finalmente, a distanza di 5 anni, hanno pubblicato l'atteso debutto "When The World Dies". Atteso ovviamente da parte di una manciata di marci barbuti sdentati che non saranno delusi da questo nuovo dischetto.

Cosa aspettarsi da un gruppo sludge di anzianotti? Groove, riffoni e violenza. Non c'Ŕ nessun orpello che possa distinguere questo disco da un album uscito nel 1995, produzione di Kurt Ballou a parte. La band suona compatta e anche i nuovi elementi svolgono bene il loro compito. Se vi manca il sound sludge originale e avete gradito anche gli ultimi lavori di Eyehategod e Crowbar non lasciatevi scappare "When The World Dies". In caso contrario preparatevi a parecchi mal di testa.

[Dale P.]

Canzoni significative: Death Can't Come Soon Enouth, Scum Like You.


Questa recensione Ú stata letta 320 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Lair Of The Minotaur - War Metal Battle MasterLair Of The Minotaur
War Metal Battle Master
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Floor - DoveFloor
Dove
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I
Somnuri - Nefarous WaveSomnuri
Nefarous Wave
Ufomammut - Opus AlterUfomammut
Opus Alter