Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

We Sweat Blood - Danko Jones (Bad Taste)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Danko Jones - We Sweat Blood
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Danko Jones



Cosa aspettarsi da una band di Toronto che il cui motto è "sudare sangue"?

Un approccio alla musica all'insegna dell'etica blues, per la quale il palco rappresenta il solo luogo dove esprimere sé stessi; ciò che conta nella musica è l'atmosfera che si crea suonando dal vivo: trasmettere sensazioni nella più immediata delle maniere, trasformandosi in puro istinto. Ma non basta emozionare. Nessuno deve avere più scampo dal momento in cui gli amplificatori cominciano a riscaldarsi. Sul palco la regola è abbandonarsi e dare tutto, affinchè il pubblico diventi parte integrante della festa, schiavo del suono, come immerso in una jam session. Perchè con Danko Jones non si parla di concerto, ma di spettacolo, inteso nella dimensione dell'unicità della serata, che lascia il segno grazie alla sua essenza irripetibile.

La sua storia nasce nei locali di Toronto, alla fine degli anni '90, dove divenne quasi una leggenda. Le sue serate brulicavano di gente che come lui sentiva l'urgenza di coinvolgersi sino a sputare sangue. E di discografici bramosi di farlo lavorare in studio. Ed eccolo al suo terzo lp, con 13 brani da ascoltare tutti d'un fiato, finchè i nostri muscoli non chiedono un po' di meritata requie. Il suond di "We Sweat Blood" (prodotto da Vic Florencia) è un compromesso tra limpidezza radiofonica e increspature sufficienti a rendere l' ascolto spigoloso, secondo quanto insegna il rock 'n roll. La sua chitarra è gravida di riff tra l'hard e il punk- rock, ma badate bene: non c'è spazio per chi esita ad abbandonarsi al suono della sua vociona incandescente, esplosiva, instancabile e viscerale quanto il soul. L'edizione in digipack contiene un brano inedito in più, "Woogie Boogie", oltre a una traccia multimediale dove si possono scrutare numerose foto della band all'opera e nel backstage, un documentario e il video del singolo "I want you". Un consiglio? Astenersi timidi!

[Shizu]

Canzoni Significative: "Heartbraker's a blessing", "I want you", "The cross".


Questa recensione é stata letta 2982 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

20/08/2004Lellistad (NL)Lowlands Festival 2004

NEWS


01/11/2004 Album di "spoken word"

tAXI dRIVER consiglia

Andrew WK - I Get WetAndrew WK
I Get Wet
Strokes, The - Room On FireStrokes, The
Room On Fire
Santo Niente - Occhiali Scuri Al Mattino EPSanto Niente
Occhiali Scuri Al Mattino EP
Martin Grech - March Of The LonelyMartin Grech
March Of The Lonely
Lecrevisse - Le Piccole Foglie EPLecrevisse
Le Piccole Foglie EP
Mark Lanegan - BubblegumMark Lanegan
Bubblegum
Chelsea Wolfe - Birth Of ViolenceChelsea Wolfe
Birth Of Violence
Motorpsycho - Demon BoxMotorpsycho
Demon Box
Queens Of The Stone Age - Songs For The DeafQueens Of The Stone Age
Songs For The Deaf
LetLet's Get Lost
...I Remember Yesterday When I Was Grey