Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

We Sweat Blood - Danko Jones (Bad Taste)

Ultime recensioni

En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Ral RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Ral Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet

Danko Jones - We Sweat Blood
Voto:
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Danko Jones



Cosa aspettarsi da una band di Toronto che il cui motto "sudare sangue"?

Un approccio alla musica all'insegna dell'etica blues, per la quale il palco rappresenta il solo luogo dove esprimere s stessi; ci che conta nella musica l'atmosfera che si crea suonando dal vivo: trasmettere sensazioni nella pi immediata delle maniere, trasformandosi in puro istinto. Ma non basta emozionare. Nessuno deve avere pi scampo dal momento in cui gli amplificatori cominciano a riscaldarsi. Sul palco la regola abbandonarsi e dare tutto, affinch il pubblico diventi parte integrante della festa, schiavo del suono, come immerso in una jam session. Perch con Danko Jones non si parla di concerto, ma di spettacolo, inteso nella dimensione dell'unicit della serata, che lascia il segno grazie alla sua essenza irripetibile.

La sua storia nasce nei locali di Toronto, alla fine degli anni '90, dove divenne quasi una leggenda. Le sue serate brulicavano di gente che come lui sentiva l'urgenza di coinvolgersi sino a sputare sangue. E di discografici bramosi di farlo lavorare in studio. Ed eccolo al suo terzo lp, con 13 brani da ascoltare tutti d'un fiato, finch i nostri muscoli non chiedono un po' di meritata requie. Il suond di "We Sweat Blood" (prodotto da Vic Florencia) un compromesso tra limpidezza radiofonica e increspature sufficienti a rendere l' ascolto spigoloso, secondo quanto insegna il rock 'n roll. La sua chitarra gravida di riff tra l'hard e il punk- rock, ma badate bene: non c' spazio per chi esita ad abbandonarsi al suono della sua vociona incandescente, esplosiva, instancabile e viscerale quanto il soul. L'edizione in digipack contiene un brano inedito in pi, "Woogie Boogie", oltre a una traccia multimediale dove si possono scrutare numerose foto della band all'opera e nel backstage, un documentario e il video del singolo "I want you". Un consiglio? Astenersi timidi!

[Shizu]

Canzoni Significative: "Heartbraker's a blessing", "I want you", "The cross".


Questa recensione stata letta 3000 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

20/08/2004Lellistad (NL)Lowlands Festival 2004

NEWS


01/11/2004 Album di "spoken word"

tAXI dRIVER consiglia

Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Quinto Stato - Quinto StatoQuinto Stato
Quinto Stato
Yeah Yeah Yeahs - Fever To TellYeah Yeah Yeahs
Fever To Tell
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Afghan Whigs - Unbreakable A RetrospectiveAfghan Whigs
Unbreakable A Retrospective
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Sleater Kinney - The WoodsSleater Kinney
The Woods
Raconteurs, The - Broken Boy SoldierRaconteurs, The
Broken Boy Soldier
Waax - Big GriefWaax
Big Grief
Andrew WK - I Get WetAndrew WK
I Get Wet