Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Emma Ruth Rundle - Engine Of Hell (Sargent House)

Ultime recensioni

Stew - TasteStew
Taste
Fu Manchu - A Look Back Dogtown & Z-BoysFu Manchu
A Look Back Dogtown & Z-Boys
AA.VV. - Ô - A Tribute To Ô PaonAA.VV.
Ô - A Tribute To Ô Paon
Endless Boogie - AdmonitionsEndless Boogie
Admonitions
Cerce - Cowboy MusicCerce
Cowboy Music
Sugar Horse - The Live Long AfterSugar Horse
The Live Long After
Bad Waitress - No TasteBad Waitress
No Taste
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Nolan Potter - Music Is DeadNolan Potter
Music Is Dead
Illuminati Hotties - Let Me Do One More TimeIlluminati Hotties
Let Me Do One More Time
A.A. Williams - Arco EPA.A. Williams
Arco EP
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid
King Buffalo - AcheronKing Buffalo
Acheron
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Moin - Moot!Moin
Moot!
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Kaatayra - InpariquipêKaatayra
Inpariquipê
Indigo Raven - Looking for TranscendenceIndigo Raven
Looking for Transcendence
Elder - & Kadavar - EldovarElder
& Kadavar - Eldovar
Pan Daijing - JadePan Daijing
Jade

Emma Ruth Rundle - Engine Of Hell
Autore: Emma Ruth Rundle
Titolo: Engine Of Hell
Etichetta: Sargent House
Anno: 2021
Produzione: Sonny Diperri
Genere: rock / folk / pop

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Engine Of Hell





Non credo che Emma Ruth Rundle con i suoi dischi abbia fatto molti soldi. Il giusto per sopravvivere e per portare avanti la sua arte trasformandola pian piano in lavoro, stando sulla strada la maggior parte del tempo. E così, come da clichè del rock, arrivano l'alcol e la droga a fare compagnia. Ogni sera, ogni giorno. Finchè non spunta la pandemia che ti ferma a casa, se una casa ce l'hai. Emma si rende conto che qualcosa non va, che sta andando in una strada sempre più buia. Inizia un percorso di terapia e disintossicazione e di trasformazione.

Si chiude in casa, imbraccia una chitarra acustica, a volte un pianoforte, e inizia a scrivere canzoni. Brani intimi, sussurati, lontani dall'elettricità a cui siamo abituati e dalla vocalità "alternative" che avevamo imparato ad amare. La nuova Emma è più vicina all'intimità fragile di Lisa Germano ed è in grado di penetrare il petto dell'ascoltatore e straziargli il cuore. O come una Grouper che ci crede fino in fondo. E se Lingua Ignota rimane inarrivabile dal punto di vista tecnico questo "Engine Of Hell" è un serio candidato a mettersi al fianco di "Sinner Get Ready" come disco "a vene aperte".

Auguro a Emma un futuro più equilibrato e solare ma, purtroppo, da ascoltatore, non posso che godere di tanto dolore.

[Dale P.]

Canzoni significative: Return, Blooms of Oblivion.


Questa recensione é stata letta 148 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans

tAXI dRIVER consiglia

Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
Southern Isolation - Southern IsolationSouthern Isolation
Southern Isolation
Mark Lanegan - Here Comes That Weird ChillMark Lanegan
Here Comes That Weird Chill
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
Johnny Cash - The Man Comes AroundJohnny Cash
The Man Comes Around