Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Intronaut - Null EP (Goodfellow)

Ultime recensioni

London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice

Intronaut - Null EP
Autore: Intronaut
Titolo: Null EP
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / progressive / sludge

Voto:

MP3: Fragments of Character


E' incredibile come l'underground musicale sia in perenne mutazione. Ogni giorno che passa i suoni cambiano forma, si plasmano con creature apparentemente inconcialibili. Ecco perchè adoro questa musica. E' dagli anni 90 che seguo queste mutazioni, apparentemente senza un filo logico ma che, col passare del tempo, rivelano tutto il loro perchè.

Gli Intronaut sono l'ennesima band che si muove un po' più avanti rispetto alle altre. Tracciano una nuova strada. Percorribile o meno, loro la segnano. Di cosa si tratta? Provate a pensare di unire Mastodon e Pelican con una buona dose di Meshuggah e un pelo di Cynic. Risulta forse difficile immaginarselo ma, vi assicuro, è come se queste band fossero nate per convivere.

Si inizia con una breve intro e si passa velocemente a "Sores Will Weep". Rullate alla Mastodon, riffing selvaggio e voce sporca. Ogni tanto si inserisce qualche passaggio alla Meshuggah per poi scaturire in un breve break alla Cynic. Infine, tutti gli elementi si mescolano e vanno a braccetto fino alla fine del brano.

Non pensiate che citare questi nomi sia sintomo di scarsa originalità. La band riesce a far convivere questi elementi con una tale naturalezza da poter creare dal nulla un nuovo filone. Definibile come technical-post-sludge.

Nella vostra collezione di mostri mutanti non potete trascurare gli Intronaut. Ne sentirete parlare ancora a lungo.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 5297 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Intronaut - VoidIntronaut
Void

NEWS


01/09/2010 Dettagli Di Valley Of Smoke
16/07/2007 Nuovo EP
21/07/2006 Nuovo Brano Online
21/06/2006 Arriva il Full Lenght

tAXI dRIVER consiglia

Cynic - FocusCynic
Focus
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Dysrhythmia - Barriers And PassagesDysrhythmia
Barriers And Passages
Meshuggah - Catch 33Meshuggah
Catch 33
Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Dysrhythmia - PretestDysrhythmia
Pretest
Sadist - TribeSadist
Tribe
Coprofago - Unorthodox Creative CriteriaCoprofago
Unorthodox Creative Criteria
Meshuggah - Contraddiction CollapseMeshuggah
Contraddiction Collapse