Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Venerable - Ken Mode (Profound Lore)

Ultime recensioni

Besvärjelsen - FrostBesvärjelsen
Frost
Drool - Drool IIDrool
Drool II
Deafkids - MetaprogramaçãoDeafkids
Metaprogramação
Kim Gordon - No Home RecordKim Gordon
No Home Record
Beth Gibbons - Henryk Gorecki Symphony No. 3Beth Gibbons
Henryk Gorecki Symphony No. 3
The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn

Ken Mode - Venerable
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Profound Lore
Anno: 2011
Produzione:
Genere: rock / noise / post-hardcore



I Ken Mode sono degli irriducibili. Suonano un post-core sferragliante di estrazione math come se fossero rimasti intrappolati nei tardi anni Novanta. E non passa loro per la testa di cambiare. Perche' dovrebbero, poi? Discendono da Shellac e Jesus Lizard piu' che da Neurosis e Mastodon, anche se questi ultimi sbucano in tutta la loro primigenia potenza metallica in "Bathlith".

Dei Ken Mode piace la convinzione e la sincerita' con cui affrontano ogni uscita discografica. Con questo "Venerable" barrano la casella numero quattro senza mai un cedimento qualitativo. Ce ne compiaciamo.

Da queste parti non ci sono compromessi, ne' concessioni alla melodia, per gli sconti timpanici dovete rivolgervi altrove. Qualcosina forse la potreste ottenere con la strumentale "Flight Of The Echo Hawk", ma e' una breve boccata di ossigeno, e neanche tanto puro.

"Venerable" offre parecchie occasioni al trio canadese per elaborare spunti diversi: da una parte attacchi di assoluta esasperazione nervosa ("Mako Shark", "The Ugliest Happy You've Ever Seen"), dall'altra agonie pesanti che sprofondano nell'abisso del doom degli Ahab ("Never Was", brano enorme). Quando ci si mettono sanno pure essere isterici e spigolosi quasi quanto i Keelhaul ("Book Of Muscle", "A Wicked Pike") e questo e' un gran complimento.

Poco da obiettare su un gruppo che ha fino ad oggi dimostrato di che pasta e' fatto, ovvero del tipo che vi spacca i denti se provate ad azzannarla. Saranno anche degli ostinati conservatori, ma rimangono senza dubbio tra i piu' attendibili esponenti in un linguaggio sonoro che non ne vuole sapere di estinguersi. Per fortuna.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: The Irate Jumbuck, Book Of Muscle, Never Was, Mako Shark, Bathlith.

Questa recensione é stata letta 2185 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Unsane - WreckUnsane
Wreck
61 Winter61 Winter's Hat
Wallace Mail Series 5
Lucertulas - Tragol De RovaLucertulas
Tragol De Rova
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Dead Elephant - Lowest Shared DescentDead Elephant
Lowest Shared Descent
Bellini - Small StonesBellini
Small Stones
Sonic Youth - A Thousand LeavesSonic Youth
A Thousand Leaves
Zu - Live In HelsinkiZu
Live In Helsinki
Il Teatro Degli Orrori - DellIl Teatro Degli Orrori
Dell'Impero Delle Tenebre
Black Eyes - CoughBlack Eyes
Cough