Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Korn - Requiem (Loma Vista)

Ultime recensioni

Ken Mode - NullKen Mode
Null
Gloria de Oliveira -  & Dean Hurley - Oceans Of TimeGloria de Oliveira
& Dean Hurley - Oceans Of Time
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh
Afghan Whigs - How Do You Burn?Afghan Whigs
How Do You Burn?
Zola Jesus - ArkhonZola Jesus
Arkhon
King Buffalo - RegeneratorKing Buffalo
Regenerator
Goatriders - TravelerGoatriders
Traveler
Clutch - Sunrise On Slaughter BeachClutch
Sunrise On Slaughter Beach
Might - AbyssMight
Abyss
Gammelsæter & Marhaug - Higgs BosonGammelsæter & Marhaug
Higgs Boson
Mat Ball - Amplified GuitarMat Ball
Amplified Guitar
Dreadnought - The EndlessDreadnought
The Endless
Blacklab - In A Bizarre DreamBlacklab
In A Bizarre Dream
Conan - Evidence Of ImmortalityConan
Evidence Of Immortality
Motorpsycho - Ancient AstronautsMotorpsycho
Ancient Astronauts
Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country

Korn - Requiem
Autore: Korn
Titolo: Requiem
Etichetta: Loma Vista
Anno: 2022
Produzione: David Benveniste
Genere: metal / nu-metal / alternative

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Uno dei sodalizi più saldi degli ultimi decenni è sicuramente quello tra James "Munky" Shaffer e Jonathan Davis, unici membri sempre presenti nei quattordici dischi della discografia dei Korn.

Non li ha fermati nulla: non la dipartita di Brian "Head" Welch poi rientrato all'ovile qualche anno fa, nè quella del batterista David Silveria definitivamente sostituito da Ray Luzier; oggi la line up è nuovamente a quattro per la pausa a tempo indeterminato di Reginald "Fieldy" Arvizu occupato a risolvere problemi personali.

Non li ha fermati una pandemia che sta bloccando da due anni quasi ogni attività musicale; i Korn hanno continuato a tirare dritto per la propria strada: sono stati tra i primi a capire il potenziale degli eventi "live" in streaming, hanno continuato a fare tour negli USA pur dovendo affrontare tutte le difficoltà legate alle misure anti Covid e ora si presentano con un nuovo disco dal titolo "Requiem", il primo su Loma Vista, registrato nello studio personale della band con il produttore Chris Collier dopo i due lavori con Nick Raskulinecz.

Tanta costanza e determinazione si riflettono in un prodotto che non spicca certo per originalità ed inventiva, ma che nemmeno urta il sistema nervoso di un fan di vecchia data come il sottoscritto. La parte centrale della discografia dei nu metallari californiani ha visto ben di peggio.

Certo, l'autocitazionismo è sempre dietro l'angolo: "Worst Is On Its Way" recupera il cantato schizzato di "Twist", ma ha il merito di avere un bel riff iniziale, mentre il singolo "Start The Healing" rimanda a "Coming Undone"; in generale, però, il suono è meno plasticoso rispetto al precedente album "The Nothing", che però godeva di qualche guizzo in più nella scrittura, e complessivamente i ritornelli sono più azzeccati e meno emo rispetto al recente passato (ottimo proprio quello di "Start The Healing").

Il disco ha il pregio di durare poco più di mezz'ora e di scorrere via senza grossi intoppi. L'opener "Forgotten", "Disconnect" e "My Confession" sono gradevoli "classici" dei Korn di oggi, mentre qualche sbadiglio esce su "Let The Dark Do The Rest", "Hopeless And Beaten" e "Penance To Sorrow" che suonano un po' fiacche.

"Requiem" è l'ennesimo tassello di una discografia che ha già visto passare il suo meglio, ma ogni due tre anni sedersi a tavola con gli ex ragazzi con cui siamo cresciuti è ancora piacevole anche se le pietanze sono un po' sempre le stesse e hanno perso il sapore dei bei tempi.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: Start The Healing, Worst Is On Its Way


Questa recensione é stata letta 280 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Korn - Follow The LeaderKorn
Follow The Leader
Korn - IssuesKorn
Issues
Korn - KornKorn
Korn
Korn - Life Is PeachyKorn
Life Is Peachy
Korn - Mtv UnpluggedKorn
Mtv Unplugged
Korn - See You On The Other SideKorn
See You On The Other Side
Korn - Take A Look In The MirrorKorn
Take A Look In The Mirror
Korn - The NothingKorn
The Nothing
Korn - The Path Of TotalityKorn
The Path Of Totality
Korn - UntouchablesKorn
Untouchables

NEWS


13/07/2010 Concerto Dentro Crop Circle
20/04/2007 Il Sostituto Di Terry Bozzio
01/03/2007 Il Nuovo Chitarrista Del Tour
18/01/2007 Unplugged A Marzo
08/01/2007 Terry Bozzio Alla Batteria
24/03/2006 Raccolta di Rarità A Maggio
24/02/2005 Head Lascia Il Gruppo!
14/01/2005 Tracklist del Disco di Cover

tAXI dRIVER consiglia

Rex Devon / Family Pusher - Loudblast Split Vol5Rex Devon / Family Pusher
Loudblast Split Vol5
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
AA.VV. - Babylon Magazine CompilationAA.VV.
Babylon Magazine Compilation
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
Flaw - Through The EyesFlaw
Through The Eyes
Spineshank - The Height Of CallousnessSpineshank
The Height Of Callousness
Snot - Strait UpSnot
Strait Up
Mad Capsule Markets - Osc DisMad Capsule Markets
Osc Dis
Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar
Disturbed - BelieveDisturbed
Believe