Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

And The Bastards - Lars Frederiksen (Hellcat)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

Lars Frederiksen - And The Bastards
Voto:
Anno: 2001
Produzione:
Genere: punk / rock /
Scheda autore: Lars Frederiksen



Questo disco, per quanto sia bello, proprio non lo capisco. Questo disco solista di Lars Frederiksen (Rancid) è uguale in tutto e per tutto all'ultimo disco della sua band principale. Perchè allora fare un disco così?? Forse perchè Lars riesce ad esprimersi solo usando il linguaggio del punk, fatto di due o tre accordi suonati rumorosamente e velocemente uniti a liriche di sfondo sociale. Sicuramente non venderà niente questo disco (il periodo d'oro dei Rancid è passato da un po') ma è un peccato. Alcune canzoni sembrano uscire dal disco capolavoro dei Rancid ovvero ...And Out Come The Wolves, altre sembrano scritte dai Dead Boys, altre (ovviamente) dai Clash. Da segnalare una cover degli High Numbers: quella Livin'Here conosciuta per la versione dei Pearl Jam. Concludendo: un must per i fan dei Rancid e per quelli che ancora sono rimasti nel 1977. Per gli altri è sempre meglio ascoltare prima di acquistare.

[Dale P.]

Canzoni significative: Leavin Here.

.

Questa recensione é stata letta 3105 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Lars Frederiksen - VikingLars Frederiksen
Viking

tAXI dRIVER consiglia

Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Distillers, The - The DistillersDistillers, The
The Distillers
Distillers, The - Coral FangDistillers, The
Coral Fang
Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Rancid - RancidRancid
Rancid
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Distillers, The - Sing Sing Death HouseDistillers, The
Sing Sing Death House
Stooges, The - FunhouseStooges, The
Funhouse
Otoboke Beaver - Itekoma HitsOtoboke Beaver
Itekoma Hits